Macchina di Santa Rosa: la dichiarazione del presidente della Camera di Commercio di Viterbo

ferindo-palombellaIl riconoscimento dell’Unesco al trasporto della Macchina di Santa Rosa come bene immateriale dell’Umanità costituisce un altro tassello importante per elevare la notorietà del territorio, non solo della città di Viterbo ma anche di tutta la Tuscia, su cui poter puntare per incrementare l’attrattività dell’intera provincia soprattutto in un’ottica internazionale.

Ritengo inoltre emblematico che si sia giunti a questo prestigioso risultato d’intesa con altri Comuni presentando la candidatura unitaria in quanto “Rete delle grandi Macchine a spalla”. Una scelta che si è rivelata determinante per convincere la Commissione dell’Unesco, e che incoraggia anche i nostri imprenditori orientati a costituire “reti di impresa” su come dall’unione di intenti possano nascere soluzioni vincenti. Colgo l’occasione per fare i complimenti al Comune di Viterbo, al Sodalizio dei facchini e a tutti coloro che nel corso degli anni di sono adoperati per ottenere questo importante risultato.

   

Leave a Reply