Manao’ (P.G.I.):”Siamo alla follia! Letta non parli a vanvera!”

Riceviamo da Emilio Manaò del Partito Giustizialista Italiano e pubblichiamo: “L’Europa stia attenta Lei, le sue convinzioni mentali, i suoi allarmismi al governo italiano sulla costituzione di una neo formazione politica giustizialista, sono veramente penose .logo-partito-giustizialista-1 IL pesce puzza sin dalla testa, l’abbiamo capito ed evidentemente vuol dire che il Partito Giustizialista ha posizionato il piatto della bilancia nella giusta maniera . IL mal di pancia di certi componenti Europei

che hanno mandato le nazioni d’Europa a scatafascio e che stanno usando l’Italia come uno zerbino si prendano un vallium . IL Partito Giustizialista c’è e ci sarà, gli articoli e gli avvertimenti che da giorni dall’Europa arrivano a questo sedicente governo, manovrato come una marionetta dai poteri forti e dal progetto Rotschill, sono articoli ridicoli che dimostrano quanto in Europa siano patetici, non si preoccupino arriviamo anche li, con le nostre convinzioni giustizialiste. E ora aprano bene le orecchie, nessuno si deve permettere mai più di osare contro l’Italia … !!! Chiaro ? Le nazioni che compongono questa Europa sopratutto Germania, Inghilterra e Francia lo tengano bene in mente, attenzione, fermeremo il progetto Rotschill già fermato a suo tempo . Ne fermeremo la sua nuova avanzata, ne siano certi !!! Ma questa volta non gli spezzeremo solo i reni, gli spappoleremo il fegato !! “L’Italia continua ad indebitarsi, i tetti di riduzione del debito non vengono rispettati”, con questa parole l’Europa torna per il secondo giorno consecutivo a ricattare l’Italia, e se nei giorni scorsi aveva messo in guardia l’Italia ed il suo Governo dall’ispirazione Giustizialista che sta nascendo nel Popolo d’Italia, quest’oggi lo fa attaccando la legge di stabilità nella parte in cui non ne trova più la tutela degli obbiettivi che il progetto Rotschill fissa da qui ad arrivare al 2014, fino a maggio al rinnovo delle Elezioni Europee e Presidenza di Turno dell’Italia . Gli anti-italiani presenti in Europa stanno tentando l’arma del ricatto con nuove multe, giacchè si rischia di violare il patto di stabilità, e lo fanno con i vincoli restrittivi imposti dall’Europa per tenere al cappio la nostra Patria . La sfacciataggine dell’Europa non ha limiti, la sua arroganza e le sue pretese sul nostro paese, per le mie mani sono qualcosa di veramente urticante, sopratutto se si pensa che tali richieste arrivano in maniera ipocrita dinnanzi ad una crisi economica creata dall’Europa stessa dei poteri forti e delle lobbyes . Quella Europa che tenta ora di fare accattonaggio economico sulle spalle e sulla pelle del Popolo d’Italia. Questa Europa si è permessa di minacciare il nostro paese e di avvertirlo imponendo ulteriori modifiche ed ulteriori manovre necessarie alla Legge di Stabilità . “Qua siamo al limite della follia”, dichiara Manaò Emilio – Dirigente Nazionale e Responsabile del Dipartimento Diritti Civili del Partito Giustizialista Italiano, “e la cosa certa e sicura è che la manovra che emerge, così come tutte le manovre della legge di stabilità, sono manovre oscure, manovre camuffate dove si celano nuovi inganni e nuove rapine a tassa armata”. Come non bastasse Letta dichiara che i conti sono stati risanati e lo sono risanati grazie alle regole UE , (ecco la ciliegina camuffante) ; Letta ha parlato a vanvera, i risanamenti li vede solo lui, e sbaglia anche quando afferma : “che dal successo o dall’insuccesso dell’Italia può dipendere l’uscita dalla crisi Ue”, ebbenesì sbaglia perché la domanda che si dovrà porre e questa, quella che poniamo noi con convinzione, ovvero se tanto ci da tanto : ‘dal successo o dall’insuccesso di questa Europa e dal rifiuto dell’Italia di continuare a fare la Cameriera d’Europa, dipenderà o meno l’uscita dall’Europa Monetaria ed il il ritorno alla Sovranità Economica e Popolare della Nostra Nazione.’ – Detto ciò il governo eviti di fare decreti muffa (ovvero decreti che appaiono sananti ma da cui si cela dietro la vera realtà che viene coperta in modo infamante e presentata in modo umiliante.) Ne faccio presente uno su tutti, un emendamento che emerge dopo le raccomandazioni UE, e che emerge dalle parole del sottosegretario Legnini del PD che propone di : “fare cassa con i condoni ma attraverso il recupero di ulteriori sanzioni” che ha detta del viceministro Casero del Pdl “dovrebbero essere del 100 % della sanzione da pagare”. Idea di Casero e Legnini (Pd&Pdl) nata per fare una finta rottamazione di Equitalia, che non si rottamerebbe , ma si rottamerebbero invece le multe di Equitalia che peraltro fino ad una certa cifra sono già rottamate da varie sentenze, sentenze che verrebbe delegittimate da questo governo infame, un governo infame che si attacca ai soldi del Popolo Italiano in crisi, ma attenzione all’inghippo, perchè la rottamazione della cartella e del credito di Equitalia (Ente che non è mai morto) può costare al Popolo d’Italia molto, ma molto caro. E di fatti le proposte del governo così come l’intera legge di stabilità e piena di decreti muffa che danneggeranno e tartasseranno ancor più il popolo. In poche parole questi soggetti anomali del governo e questi soggetti come Casero e Legnini che hanno lanciato la proposta, dicono al Popolo : “se vuoi rottamare la tua cartella esattoriale, la puoi rottamare, ma il condono lo devi pagare il 100% in più del costo della tua cartella esattoriale” . Queste signori stanno giocando con il fuoco. Letta la smetta di giocare, la pazienza ha un limite !!! La svolta nelle politiche Europee la porterà il partito Giustizialista Italiano, l’Italia certo che c’è la farà da sola, e c’è la farà dal momento in cui si avrà la certezza di aver mandato a casa questo governo e questo parlamento abusivo . Detto ciò Letta è invitato a smettere di farsi gli affari di altri partiti ma è anche invitato a non spendere troppi soldi per incontri fuori paese , incontri che non sembrano certamente di natura istituzionale, ma direi incontri che paiono più di propaganda politica. Direi che il comportamento di Letta e veramente penoso.

   

Leave a Reply