Marathon Bike Valle Del Farfa

Marathon 20Valle 20del 20Farfa 202013 20i 20vincitori 20assoluti 20marathon 20e 20point 20to 20pointL’Inkospor Mtb Marathon Lazio e la XCP Cup Point to Point hanno fatto convogliare a Castelnuovo di Farfa un discreto numero di biker da tutta la regione, oltre a quelli di Abruzzo, Molise, Umbria e Trentino, per la quinta edizione della Marathon Valle del Farfa.

La gara ha visto riconosciuti gli sforzi organizzativi dell’Asd Pedala Piano (con la collaborazione tecnica dell’Effetto Ciclismo-Fiano Romano, dell’Asd Cicli Renzi-Fiano Romano, il patrocinio di Regione Lazio, dell’amministrazione comunale di Castelnuovo di Farfa e sotto l’egida della Federciclismo Lazio) che ha svolto un lavoro egregio dimostrando ancora una volta di essere una risorsa preziosa per il territorio dei comuni della Valle dell’Olio e intorno al fiume Farfa nella cui vallata si trova la celeberrima abbazia benedettina. I percorsi di 63 chilometri (marathon), 43 chilometri (point to point) e 25 chilometri (escursionisti) si snodavano tra i sentieri e gli sterrati delle colline sabine con quei continui saliscendi che hanno minato le gambe dei partecipanti. Come consuetudine, prima della partenza, la benedizione speciale a tutta la carovana e ai presenti impartita da Don Louis Mangani della parrocchia della Chiesa di San Nicola di Bari che ha fatto seguito al minuto di raccoglimento in memoria della ex biker Giuliana Marchegiano e per la recente scomparsa dei familiari più stretti del presidente Asd Pedala Piano Enzo Mei (il cognato Marcello e il padre Adelmo).

La vittoria nella gara regina é andata all’élite Roberto Crisi (Kento Racing Team) con un attacco deciso negli ultimi 25 chilometri dove è riuscito a prendere la testa della corsa per poi tenerla saldamente rintuzzando gli attacchi di Giovanni Pensiero (M1, Nw Sport Cicli Conte Fans Bike) e della coppia Race Mountain Professional Team con l’under 23 Matteo Cassoni e l’élite Davide Di Marco (quest’ultimo ex compagno di squadra di Crisi fino alla stagione scorsa). Il reatino Crisi era ben deciso a siglare il secondo successo stagionale (il primo ottenuto alla Granfondo dell’Argentario il 14 aprile scorso) chiudendo da solo la propria fatica col tempo di 2.43’37” con due minuti circa di vantaggio su un Pensiero in buona forma, leader di categoria della master 1. Alle spalle di Crisi e di Pensiero, Di Marco veniva rallentato prima da una foratura e poi da una successiva caduta che gli toglievano la vittoria finale per poi concludere in terza posizione, seguito alle spalle da Matteo Cassoni buon quarto assoluto ed autore di una prova molto regolare. In ambito femminile ritorno sul gradino più alto del podio per la master donna 2 Claudia Cantoni (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike) che non si è affatto risparmiata sbaragliando nella lotta per la vittoria con ampio margine sulle specialiste Vanessa Buzzanca (VIII Legione Romana) e sulla campionessa regionale laziale in carica della specialità master donna 1 Annalisa D’Eliso (Bike Store Racing Team).

Nel marathon da registrare i primati di categoria per Crisi nella élite-under 23, il master 1 Pensiero, l’élite sport Gabriele Cicuzza (Scott RC New Limits), il master 2 Giovanni Mercanti (Asd Fracla), il master 3 Luca Chiodi (Centro Italia Bike Montanini), il master 4 vice tricolore di cross country 2013 Zefferino Grassi (Celeste Bianchi Nw Sport), il master 5 Gianpiero Saraga (Team Bike Lab), il master 6 Stefano Sarti (Asd La Base Mtb Club Terni) e il master 7+ Giuseppe Briano (Team Bike Lab). La gara maschile della point to point si è incanalata verso un copione già scritto nelle prime battute di gara con Emiliano Dominici (M2, Ciclotech Mtb Runners), Angelo Guiducci (M1, Extreme Bike) e il campione laziale del cross country in carica Dante Moretti (M3, Nw Sport Cicli Conte Fans Bike) che hanno lasciato poco spazio al resto degli inseguitori rassegnati ormai alla lotta per il quarto posto. Dei tre a spuntarla, ripetendosi come nell’edizione 2012, è stato Dominici, l’atleta della vicina Poggio Nativo che ha fermato il cronometro a 2.01’23” mentre Guiducci e Moretti completavano il podio con un ritardo superiore ai 4 minuti.

Nella gara juniores, é stata ad appannaggio di Matteo Mandatori (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike) il quale era riuscito nella fase iniziale a tenere costantemente le ruote dei migliori per poi cogliere un risultato di spessore nella propria categoria davanti alle matricole Tiziano Cicuzza e Patrizio Leoni entrambi portacolori della Scott RC New Limits. La competizione al femminile ha visto l’élite master donna Sabrina Di Lorenzo (Moser Cycling Team) molto in palla prendendo subito le redini della corsa e dietro di lei le più immediate inseguitrici con la master donna 1 Arianna Pagotto (Bike Friends Pontinia) e la master donna 2 Paola Petrini (Speedy Sport Racing). Gradino più alto del podio di categoria per i migliori in evidenza nel point to point come il master 2 Dominici, il master 1 Guiducci, il master 3 Moretti, lo juniores Mandatori, l’élite sport Giovanni Paluzzi (Piesse Cycling Team), il master 4 Massimo Foschi (Ciclotech Mtb Runners), il master 5 Giuseppe Zamparini (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw), il master 6 Umberto Greggi (Ciclotech Mtb Runners), il master junior Matteo Piacentini (Caffè Piacentini Sport), la donna juniores Emanuela Di Lorenzo (Moser Cycling Team) e il master 7+ Mario Capoccia (Atletico Uisp Monterotondo). Presenti nel corso della gara e della cerimonia di premiazione il sindaco di Castelnuovo di Farfa Ezio Biancucci, per la Federciclismo Lazio il presidente Antonio Pirone, il vice Sandro Bianchi, il coordinatore tecnico Antonio Zanon, i consiglieri Paolo Imperatori, Enrico Rizzi, Piero Cignini, Federico Campoli e anche il responsabile del settore amatoriale nazionale della Federciclismo Gianluca Santilli per la prima volta nelle vesti di biker: “Finalmente sto scoprendo il mondo della mountain bike che si deve integrare con la strada – precisa Santilli – perché si pedala e allo stesso tempo ci si diverte in mezzo ai prati e nei parchi ma nella maniera un po’ meno esasperata rispetto alla strada. Noi siamo sempre amatori e se ci mettiamo un po’ di più a completare i percorsi ancora meglio perché ce la vogliamo godere tutta questa giornata”. “Questa manifestazione di anno in anno diventa sempre più importante – ha commentato il sindaco Ezio Biancucci – a dimostrazione che gli sportivi e i nostri concittadini di Castelnuovo di Farfa considerano questo evento un appuntamento da non perdere”.

Ad attendere gli atleti all’arrivo un eccezionale e sontuoso ristoro-pasta party allestito negli spazi antistanti il Museo dell’Olio in Castelnuovo di Farfa ed inoltre bei premi per i vincitori e per tutte le categorie. Ottima riuscita per una manifestazione dai consolidati meccanismi di organizzazione come ha inteso sottolineare il presidente del sodalizio sabino Enzo Mei e che non sarebbe stato possibile senza il fondamentale contributo dei partner Noi Sport, D’Egidio Costruzioni, Cosimi Officina Termomeccanica, Sanitaria Sabina, Cir Food, Gruppo D’Egidio Concessionaria, Il Cervo Rampante, Best Western, Lavorazione Ferro Vessella, Cyclisme, Big Mat materiali edili e Ediltutto.

Marathon 20Valle 20del 20Farfa 202013 20gara 20point 20to 20pointMarathon 20Valle 20del 20Farfa 202013 20la 20partenzaMarathon 20Valle 20del 20Farfa 202013 20podio 20marathon 20femminileMarathon 20Valle 20del 20Farfa 202013 20podio 20marathon 20maschile

   

Leave a Reply