Maturità 2019, molte novità, pubblicato l’elenco delle commissioni

di Redazione –

VITERBO – Ultima settimana di scuola per gli studenti e poi avranno inizio gli esami di maturità per gli oltre 500 mila candidati. Esami anche per gli studenti di terza media,  le cui date verranno stabilite autonomamente da ogni scuola, nel periodo compreso tra il termine delle lezioni ed il 20 giugno 2019. Le prove per i ragazzi della terza media verteranno in una prima prova scritta di Italiano, una seconda di Matematica ed una terza riguardante le due lingue straniere studiate nel corso del tre anni. L’esame di terza media si concluderà con il colloquio pluridisciplinare finale.

. Le novità dell’esame di maturità riguardano tutte le prove: prima, seconda e orali. La prima prova del 19 giugno è composta da 7 tracce: gli studenti ne dovranno scegliere una. La seconda prova sarà invece multidisciplinare per tutti gli indirizzi di studio che hanno più di una materia caratterizzante. Durante gli orali, invece, non si discuterà della tesina ma sarà diviso in 4 parti diverse. Le date di inizio e fine degli orali verranno stabilite dalla commissione durante la riunione plenaria. In questo momento si completa il quadro delle commissioni d’esame con la pubblicazione da parte del Miur di tutti i nominativi dei docenti (membri esterni, soprattutto) chiamati a valutare i ragazzi. È la questa una delle pochissime conferme della maturità 2019, vale a dire la composizione delle commissioni d’esame, che rimangono miste, composte da tre membri interni, tre esterni, più un presidente esterno. Per il resto la maturità che prenderà il via il 19 giugno contiene numerose novità in base scelte operate dall’ex ministra Valeria Fedeli e in parte confermate dall’attuale ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti. In particolare, le materie della Seconda Prova nei Licei saranno così divise:per chi frequenta il Liceo Classico, greco e latino; per chi frequenta il Liceo Scientifico, matematica e fisica; per chi frequenta il Liceo Linguistico, lingua straniera 1 (inglese) e lingua straniera 3; per chi frequenta il Liceo di Scienze Umane, scienze umane e Diritto ed Economia politica per il Liceo delle Scienze Umane, opzione economico sociale; per chi frequenta il Liceo Artistico, per le arti figurative è prevista una prova su discipline plastiche e scultoree; per le arti figurative grafico pittoriche è prevista una prova mista discipline plastiche e scultoree e discipline pittoriche; per Architettura e Ambiente, è prevista una prova mista Lingua e cultura straniera e Storia dell’arte; per Progettazione e Design, è prevista una prova di Discipline progettuali Design; per Progettazione Grafica, è previsto l’esame su Disciplione grafiche; per Progettazione Audiovisiva e Multimediale, è previsto l’esame sulle discipline audiovisive e multimediali; per Progettazione Scenografica, sono previste discipline progettuali scenografiche; per chi frequenta il Liceo coreutico, tecniche della danza; per chi frequenta il Liceo musicale, teoria, analisi e composizione. Per gli istituti tecnici e professionali una parte della prova d’esame verrà decisa dalla Commissione di maturità interna e solamente la prima parte verrà condivisa con gli altri istituti a livello nazionale. Le materie sono differenti a seconda dell’istituto e dell’indirizzo del curriculum di studi e sono visionabili sul sito del MIUR.

I cambiamenti previsti dal MIUR riguardano non solo le materie, ma anche le modalità di valutazione della Seconda Prova. Il Ministero ha infatti predisposto delle Tabelle Nazionali, ovvero griglie di valutazione uguali e applicabili a livello nazionale. Tra le novità introdotte per la Maturità 2019, c’è anche il “cambiamento del peso” dei crediti scolastici accumulati negli anni di scuola sul voto finale. Per il 2019 infatti i crediti varranno 40 punti, mentre la Prima e la Seconda Prova, così come il colloquio orale varranno 20 punti. La sufficienza all’esame di Maturità 2019 si raggiungerà con 60 punti.

Le griglie nazionali cambiano a seconda della scuola frequentata e dell’indirizzo specifico degli studi. Per completare la seconda prova, gli studenti avranno fino ad  un massimo di 6 ore, ad esclusione di alcuni licei, come quello artistico, che necessiteranno di maggior tempo.

Il Miur, intanto, ha messo on line l’elenco delle commissioni d’esame della Maturità 2019. Quest’anno saranno 13.161 le commissioni d’esame per 26.188 classi coinvolte. Ad oggi  sono 520.263 i candidati iscritti alla Maturità, di cui 502.607 interni e 17.656 esterni.

Print Friendly, PDF & Email