Università Unimarconi

Montalto di Castro, una denuncia. Identificate e controllate più di cento persone

MONTALTO DI CASTRO ( Viterbo) – Durante l’ultimo fine settimana, la Compagnia Carabinieri di Tuscania ha effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio, al fine di garantire un sereno e civile divertimento notturno nella frazione Marina del Comune di Montalto di Castro, che attira sul lungomare Harmine un elevatissimo numero di giovani e giovanissimi provenienti da tutta la provincia.
Il servizio si è svolto con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga del Nucleo Carabinieri Cinofili di Roma Santa Maria di Galeria.
Sono state identificate e controllate 107 persone e 75 autovetture, con posti di controllo dislocati nei punti nevralgici: un 29enne è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, poiché trovato in possesso di grammi 2 di sostanza stupefacente del tipo cocaina e per detenzione di oggetti atti ad offendere, in quanto sorpreso con un coltello a serramanico del genere proibito. Due ragazzi di 28 e 26 anni, sono stati segnalati alla Prefettura di Viterbo per uso personale di stupefacenti, in quanto trovati in possesso rispettivamente di 1 e 0,5 grammi di hashish. L’unità cinofila ha fiutato subito odori sospetti all’interno delle autovetture, continuando la sua ricerca, fino a quando i due ragazzi si sono visti costretti a consegnare gli involucri che nascondevano addosso.

PRESUNZIONE DI INNOCENZA

Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE