Morte del piccolo Fabio Guidobaldi: tre gli indagati

di REDAZIONE-

GROTTE DI CASTRO (Viterbo)- Proseguono le indagini sul bimbo di 4 anni, Fabio Guidobaldi, morto lo scorso mercoledì, nella piscina comunale mentre era in compagnia di altri bambini del centro estivo. Quattro risulterebbero gli indagati iniziali in questa prima fase delle indagini: un uomo e tre donne, ovvero il presidente della cooperativa che gestisce la piscina, due operatrici del campo estivo e la bagnina. Tra loro anche una minorenne, risultata del tutto estranea ai fatti e, quindi, stralciata dal fascicolo del sostituto procurato Eliana Dolce, che è la titolare dell’inchiesta insieme al procuratore Paolo Auriemma. Il bimbo risiedeva insieme ai familiari a Castel Cellesi, nel comune di Bagnoregio. L’autopsia avrebbe confermato la morte per annegamento, ma il medico legale si è presa 60 giorni di tempo per il deposito della relazione.

 

Print Friendly, PDF & Email