A Bomarzo la mostra collettiva per i 500 anni dalla prima edizione dell’Orlando Furioso di Ariosto

BOMARZO (Viterbo) – Si aprirà il 1 Novembre 2016 alle ore 11,00 , all’interno del Palazzo Orsini di Bomarzo , un’importante Rassegna espositiva  per la Celebrazione dei 500 anni dalla prima edizione dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto ( edito da Mazocco a Ferrara il 22 aprile 1516). La Rassegna è all’interno delle Celebrazioni ariostesche in corso.
Nata da un’idea di Stefano Liberati  dell’Accademia Nazionale di Arte Antica e Moderna, si articola in due Mostre di notevole rilevanza artistica e documentale.

mostra ariosto2Con la Direzione artistica di Paolo Berti e la cura di Giorgio Di Genova ,( coadiuvato da Matteo Franceschini) e di Stefano Liberati , al piano terra del Palazzo Orsini , verranno aperte  tre sale contenenti le xilografie originali dedicate  a ciascun canto dell’Orlando Furioso  , appartenenti a Dosso Dossi e a Gustave Dorè. Novantadue opere xilografiche del tempo, fonte di ricchissima interpretazione dei Canti ariosteschi , per uno dei più celebri poemi della letteratura e della cultura italiane. Saranno esposte, come Evento collaterale,  straordinariamente, due xilografie originali su disegni di Michelangelo Buonarroti , incise da Antonio Tempesta.
Al piano nobile del Palazzo verranno esposte inoltre ben sessantasette opere di artisti contemporanei, scelti e selezionati da Giorgio Di Genova, che illustreranno visivamente versi da loro scelti tratti dai canti dell’Orlando Furioso, fornendo così una interpretazione attuale e unica  dell’arte visiva italiana oggi attiva, di questo Poema , sorgente, in vari tempi,  di miriadi di raffigurazioni artistiche .

L’Evento , la cui mostra ariostodirezione generale è affidata all’Associazione Culturale Premio Centro, vede la collaborazione del Comune di Bomarzo, dell’Accademia di arte antica e moderna, dell’Associazione Culturale Artinarte, della Galleria Vittoria di Roma, ed è patrocinata dal Comitato Nazionale per le Celebrazioni ariostesche .
Altre associazioni patrocinanti sono l’Accademia Cube Art di Messina e il Circolo di Mecenate di Catania.

Print Friendly, PDF & Email