Mountain bike, tante novità nella nuova edizione del Trofeo dei Parchi Naturali

Il Parco Nazionale del Pollino, da poche settimane entrato a far parte del Patrimonio dell’UNESCO, è stata la sede designata per la presentazione della XIV edizione del Trofeo dei Parchi Naturali , competizione di mountain bike molto amata tra gli appassionati.

Ancora una volta, con il loro fare fraterno e cooperativo, i team organizzatori delle 9 tappe del Trofeo si sono voluti unire per celebrare  una “vittoria”, e lanciare una nuova sfida: la prossima edizione del Trofeo dei Parchi Naturali. Così, a Castrovillari, in casa “Aragonesi”, si sono delineate le linee guida per la prossima edizione.

I padri fondatori e le loro politiche ci sono, le new entry e le novità anche, insomma, le chiavi per il successo anche quest’anno non mancano.

Con grande stile, il circuito più importante del Sud Italia parte dal tacco. Il 13 marzo, infatti, sarà Ugento, con la V edizione della Marathon del Salento, ad aprire le danze.

Il 10 aprile, a nemmeno un mese, precisamente 28 giorni, la carovana, attraversando il tacco della penisola, si sposterà a Contursi Terme, dove la Granfondo Parco del Sele ospiterà la seconda tappa del giro.

Trofeo Parchi Naturali 2016 presentazione (3)Il cuore del circuito batte a ritmo costante e l’8 maggio, dopo esattamente 28 giorni, sarà il momento della Marathon Foresta Mercadante.

I ritmi aumentano, d’altronde stiamo entrando nel vivo della competizione, e già il 29 maggio i bikers si ritroveranno ai nastri di partenza con la Marathon dei Monti Ausoni e del Lago di Fondi, tappa alle latitudini più estreme dell’edizione 2016.

Riscendendo a sud, il 12 giugno, i caschi affolleranno i sentieri tracciati a Castrovillari per la Marathon degli Aragonesi, e, rimanendo nel Patrimonio dell’Unesco, già il 26 giugno arriveranno a Terranova per sfidarsi sui dislivelli della Pollino Marathon, quest’anno gara nazionale.

Dopo una grande classica, finalmente scopriremo le due new entry: il 24 luglio risaliremo al “nord del sud”, Isernia, per la  Mainarde Bike Race, e l’11 settembre arriveremo a Foggia per la Marathon dello Sperone.

La cerimonia di chiusura, per la prima volta nella storia in una location diversa da Fondi, sveglierà l’Etna. Il 25 settembre, infatti, in occasione dell’Etna Marathon, dal profondo sud, a Milo  saliranno sul gradino più alto del podio i vincitori della XIV edizione del Trofeo dei Parchi Naturali.

E se di movimento ciclistico centro-meridionale non se ne avesse abbastanza, dal Protoconvento Francescano di Castrovillari, il Trofeo Parchi Naturali 2016 presentazione (2)comitato ha confermato la presenza e collaborazione della meridionalissima “Cicli Lombardo”, un esempio di solidità, non solo economica, ma anche valoriale.

A presiedere al summit di presentazione, oltre al comitato organizzatore, anche alcuni ospiti d’onore, come il presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra il quale ha incentrato il suo intervento sul concetto di qualità come parola d’ordine alla base di ogni iniziativa che l’ente da lui presieduto appoggerà.

Dopo le istituzioni, non poteva mancare l’intervento dei “nonni”, anima, mente e cuore del Trofeo: Michele Carella, Gino Marcantonio e Luciano Ciminelli. Proprio quest’ultimo ha ribadito la capacità di questa manifestazione, alla sua XIV edizione, di mantenersi e, per di più, rigenerarsi nel tempo, grazie all’alchimia tra agonismo e amore per il territorio. In tale sede è stato inoltre dato il via alla campagna abbonamenti.

Print Friendly, PDF & Email