No chiusura ISSR. L’appello dei lavoratori dell’Istituto Statale Sordi di Roma al ministro Bussetti

ROMA – Riceviamo e pubblichiamo: “NIdiL Cgil in rappresentanza dei precari dell’Istituto Statale Sordi di Roma rilancia l’appello dei lavoratori affinchè il Governo si attivi per risolvere e impedire la chiusura del piccolo ente pubblico, unico in Italia per funzioni svolte e servizi offerti, il quale ha assolto, e ancora oggi assolve, a una funzione preziosa per la collettività.
L’ennesimo appello contro la chiusura dell’ISSR arriva dopo le ultime dichiarazioni pubblicate sui social network dal ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, che si è speso nel sottolineare la necessità di valorizzare la Lingua dei Segni Italiana LIS: “uno strumento importante di inclusione, di pari opportunità, di accesso alla comunicazione e piena partecipazione alla vita collettiva delle persone con deficit uditivo”.
Il Ministro ha anche condiviso che “Questo Governo sta facendo la sua parte. Il Ministro Lorenzo Fontana ed io, infatti, a dicembre abbiamo firmato un protocollo d’intesa che ha l’obiettivo di formare docenti esperti e qualificati nella LIS e favorire la completa inclusione scolastica dei bambini sordi segnanti. I corsi daranno una risposta attesa da molto tempo.
Grazie a 6 milioni di euro già a disposizione, avvieremo subito i percorsi formativi destinati ai docenti di sostegno. Nessun ragazzo deve essere lasciato indietro”.
Alla luce dell’impegno preso, non si può dimenticare che l’Istituto Statale per Sordi di Roma, vigilato e subordinato al MIUR, è l’unico ente pubblico a occuparsi di sordità nel nostro Paese e organizza corsi di formazione per operatori, Assistenti alla Comunicazione, Interpreti LIS e corsi di Didattica specializzata per gli insegnanti che lavorano con bambini e ragazzi sordi. Nonostante questo, l’ISSR è a rischio chiusura trascinando con sé le sorti di 21 lavoratori già esperti e qualificati nella LIS, metà dei quali sordi. Ventuno lavoratori che non hanno conosciuto nell’arco della loro vita professionale all’interno dell’Ente nessuna tutela: vittime di un lungo precariato e del più assordante dei silenzi di fronte alle ripetute richieste di intervento. Da 22 anni, infatti, l’Istituto attende e chiede un regolamento attuativo che disciplini le funzioni, lo doti di una pianta organica e ne renda possibile il mantenimento e la sopravvivenza.

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Lega Civita Castellana: “Nessun risentimento, ma non stiamo a giochi di partito”LEGGI TUTTO
CIVITA CASTELLANA (Viterbo) – Riceviamo da Lega Civita Castellana e pubblichiamo. In merito alla candidatura a sindaco per Civita Castellana
Autorevoli relatori per il convegno di studi sul conflitto intrafamiliareLEGGI TUTTO
VITERBO – Conflitto Intrafamiliare, se ne parla con autorevoli esperti in un convegno di studi che si terrà a Viterbo
Viterbo, cena di solidarietà per il progetto “Casa Tetto Amico”LEGGI TUTTO
VITERBO – Progetto “Casa Tetto Amico”, grazie alla cena di beneficenza raccolti 2.500 euro. L’iniziativa, organizzata da Maurizio e Franco
Campionato nazionale wheelchair hockey Serie A1: trasferta amara per la VitersportLEGGI TUTTO
Domenica 24 marzo 2019 la Vitersport in trasferta a Sabbioneta (MN), non riesce a raccogliere nemmeno un punto dei tre
Staffetta per la Speranza direzione Papa Francesco”: 500 km per i bambini malatiLEGGI TUTTO
Fare ricerca è un gioco di squadra. Richiede collaborazione, sostegno, impegno e preparazione per arrivare al risultato. Le stesse caratteristiche
Anche a Viterbo la committenza privata interviene per salvaguardare il patrimonio culturale cittadinoLEGGI TUTTO
VITERBO – Situazioni sempre più pressanti di tutela e conservazione del patrimonio storico e artistico italiano, nel panorama socio-economico di
Sfida decisiva tra Ants e Santa MarinellaLEGGI TUTTO
Terzo ed ultimo atto della semifinale playoff tra Ants Viterbo e Santa Marinella. In questo mercoledì pomeriggio, al PalaMalè, chi
Viterbo, assemblea annuale dell’associazione “Libellula Libera”LEGGI TUTTO
VITERBO – Si è svolta domenica 24 marzo, l’Assemblea annuale dell’associazione “Libellula Libera” di Viterbo, presso il ristorante “Acquarossa”, in
Al Museo della Zecca di Roma, studenti alla scoperta di tesori nascostiLEGGI TUTTO
L’iniziativa #IMartedìdelleScuole ideata e organizzata dal Museo della Zecca di Roma, oggi ha visto coinvolti gli studenti degli Istituti Villa
Incendio impianto di Rocca Cencia, il sindaco Arena: “Nessun rifiuto sarà dirottato su Viterbo”LEGGI TUTTO
di WANDA CHERUBINI- VITERBO- Il sindaco Giovanni Arena sempre questa mattina ha tenuto a precisare la situazione dei rifiuti dopo