Non si ferma la risalita della Nuova Fortitudo Piergentili con la terza vittoria consecutiva

Non si ferma la risalita della Nuova Fortitudo Piergentili, che piega (76-73) il Vis Nova sulla sirena, trova la terza vittoria consecutiva e per la prima volta in stagione può respirare un’aria di classifica più tranquilla (biancoverdi Andrea Del Buono 20 puntiall’ottavo posto dopo la decima giornata nel girone E della DNC). Due punti al cardiopalma quelli centrati nelle mura amiche del PalaMalè, arrivati quando ancora una volta sembrava si dovesse passare dalla porta dell’over time.

A chiuderla ci ha pensato Andrea Del Buono: 20 punti, un pizzico di pazzia e il merito di aver siglato tre triple, tra cui quella decisiva pescata ben oltre la linea calda dei sei metri, nei momenti chiave del quarto decisivo. Prima, e dentro la gara, aveva regnato una corrente alternata: equilibrata nel primo quarto, con un Vis Nova uscito alla distanza grazie alle triple di Fillari e ai centimetri di Santilli e Teofili. Meglio e più convinti i biancoverdi nella terza frazione, dove la squadra di coach Angelo Bondi ha avuto il merito di capovolgere la partita e tirare fuori le unghie, e il demerito di non affondare il colpo con un Vis Nova alle corde, così da tenere ancora in piedi un risultato che ad un certo punto del quarto finale sembrava scivolato via dalle mani. Sono Baliva, Michele Peroni, Del Buono, Nieri e Toselli i cinque scelti in quintetto da coach Bondi, che per la gara dove rinunciare ai centimetri di Elio Preite e Andrea Villalta. E’ la Vis Nova a rompere il ghiaccio con due punti veloci appena battuta la palla a due, veloci come i due canestri di fila di Toselli e i due falli commessi dal play di casa Baliva, che dopo appena un minuto e spiccioli è costretto ad accomodarsi in panchina e dare campo a Giacomo Peroni (8 punti, assist e una tripla pesante). Il ritmo cresce con i minuti, e comincia ad arrivare qualche bomba. La pesca Nieri per i padroni di casa, la trova il baby Procaccio per gli ospiti, al quale si aggiunge Teofili con un gioco da due punti portando il Vis Nova sopra di tre. Questione di secondi, perché Del Buono scalda la mano e riaggancia la squadra di coach D’Annibale. Poi una penetrazioni di Giacomo Peroni, e la seconda tripla di Nieri riportando sopra i biancoverdi, che nel finale però devono fare i conti con un ispirato Fillari: due triple, una da metà campo, che permettono a Vis Nova di chiudere la prima frazione sopra di un punto: 20-19.

Fillari e Del Buono accendono subito il secondo quarto: il primo trovando altri due giochi che fruttano sei punti, il secondo un paio di penetrazioni che tengono a contatto una Nuova Fortitudo che trova anche al prima bomba di Michele Peroni. Il Vis Nova regge l’urto e si aggrappa alla lunghezza di Santilli e Teofili, che ricuciono lo strappo facendo riportare la testa avanti agli ospiti: 35-40 alla sirena dell’intervallo lungo. Il terzo quarto si apre con il terzo fallo di Baliva, che però non si scompone e impatta bene la frazione trovando punti e assist per i compagni. Nieri pescata un’altra tripla, Toselli altri due punti da sotto e Michele Peroni l’ennesimo colpo da tre: la Nuova Fortitudo si riporta sopra, ma nel suo miglior momento, e nel peggiore dell’avversario, non riesce ad allungare il break.

Le cose si mettono bene quando Teofili è costretto ad uscire dal campo dopo il quarto fallo e ai romani viene fischiato un tecnico, che porta prima due punti di Giacomo Peroni e dopo un tripla dall’angolo di Baliva. Santilli non è lucido dalla lunetta, Giacomo Peroni freddo invece dall’angolo: 60-54 Nuova Fortitudo quando si chiude il terzo parziale. Il vantaggio biancoverde si dimezza subito dopo la quinta tripla di Fillari che apre la frazione finale. Vis Nova accorcia ma poco dopo perde per falli Teofili, che commette fallo su Toselli ed è costretto a salutare i compagni sul parquet. La partita diventa contratta, cominciano a fioccare i falli in casa biancoverde, con Toselli costretto alla panchina dopo la quarta infrazione. Vis Nova però non è lucida dalla lunetta, e non sfrutta a pieno diversi tiri liberi. In aiuto dei romani arriva un tecnico fischiato alla panchina viterbese che costa tre punti dalla lunetta, più altri tre di Procaccio dall’angolo dopo la rimessa: il Vis Nova torna sopra. Bondi perde Nieri per falli, ma trova due bombe bollenti di Del Buono che riportano i biancoverdi avanti. La palla torna sulle mani di Vis Nova, tripla di Procaccio e romani di nuovo sopra.

Billi dalla medio distanza riporta la gara in parità. Vis Nova si trova sulle mani un pallone che scotta. La difesa biancoverde chiude tutti gli spazi e per un soffio non recuperare costringendo i romani ad una rimessa con appena quattro secondi. Palla a Fillari che tira corto facendo scadere i 24 secondi di possesso. Angelo Bondi chiama all’angolo i suoi prima di tornare in campo con appena cinque secondi da giocare. Secondi che bastano a Del Buono per ricevere la palla, arretrare di un passo a far partita la tripla della vittoria che fa esplodere la panchina viterbese. Per la Nuova Fortitudo Piergentili, che nel prossimo turno sarà impegnata domenica (ore 18) sul parquet del Sora ultimo in classifica, altri due punti in classifica ma soprattutto altri due passi da gigante per l’autostima.

NUOVA FORTITUDO PIERGENTILI – VIS NOVA ROMA 76 – 73

NUOVA FORTITUDO PIERGENTILI: Peroni .M 14, Billi 2, Del Buono 20, Toselli 10, Nieri 13, Peroni G. 8, Baliva 9, Tola, Bruno, Porrone. Coach: Bondi

VIS NOVA ROMA: Procaccio 15, Marini 2, Moretti 7, Fillari 19, Argenti 2, Massari 2, Teofili 6, Santilli 17, Chirichilli, De Santis. Coach: D’Annibale

ARBITRI Marziali e Desideri

PARZIALI 19/20 – 35/40 – 60/54

   

Leave a Reply