“Notte dei borghi dell’archeologia” a Bassano in Teverina

BASSANO IN TEVERINA (Viterbo)- La “Notte dei borghi dell’archeologia” è l’evento gratuito e aperto a tutti del progetto territoriale “Borghi dell’archeologia/Archeologia dei borghi”, progettato e preparato da ricercatori e studenti dell’Università della Tuscia e dell’Università di Cagliari con lo scopo di rigenerare le comunità patrimoniali dei piccoli centri, a partire dall’unicità del loro patrimonio culturale.
La prima edizione della manifestazione, che, a partire dalle ore 17.00 di sabato 17 settembre 2022, si svolgerà a Bassano in Teverina (VT), è organizzata grazie alla collaborazione tra le due istituzioni universitarie, l’amministrazione comunale di Bassano e il Gruppo Archeologico Bassanese, coinvolgendo in modo diretto cittadini e associazioni locali.
è organizzato collaborazione tra le due istituzioni universitarie, l’amministrazione di Bassano «La Notte dei Borghi dell’archeologia apre l’accesso alla stratigrafia profonda delle comunità locali e consente, fuori da una certa retorica omologante e pittoresca, di restituire autenticità e unicità ai nostri luoghi, offrendo ai visitatori la possibilità di riconoscere, con la scoperta dei metodi dell’archeologia e l’incontro con i protagonisti, i valori che connotano oggi l’identità culturale bassanese», afferma Alessandro Romoli, Sindaco di Bassano in Teverina.
«L’iniziativa consiste in un itinerario a tappe tra le strade del paese da attraversare con il Trentapiedi dei Borghi, un convoglio pedonale – formato da quindici visitatori, che si collegano ad un corda colorata – che viene guidato alla scoperta di monumenti, siti archeologici, laboratori e scorci peculiari del borgo antico» dice Fabio Pinna, Professore Associato di Archeologia Cristiana e Medievale presso l’Università di Cagliari.
Per Giancarlo Pastura, Docente di Metodologia della ricerca archeologica presso l’Università della Tuscia, «L’itinerario del Trentapiedi dei Borghi sarà l’occasione per scoprire le acquisizioni più recenti dagli scavi della necropoli e della chiesa rupestre di Pietramara, gli strumenti di analisi del paesaggio attraverso l’archeologia dei confini, il racconto delle metodologie della ricerca archeologica da parte di chi ogni giorno opera sul campo».
Tra le tappe, la chiesa romanica di Santa Maria dei Lumi, il campanile medievale nascosto nella torre rinascimentale, la cisterna, la fontana, il lavatoio del borgo, oltre ai resti della chiesa di San Biagio e delle antiche case di Bassano.
L’evento è gratuito; la prenotazione, facoltativa ma fortemente raccomandata, si può effettuare negli orari di apertura dell’Info Point di Bassano in Teverina (tutti i giorni dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 19:00) contattando il numero 3274584404 (Lavinia Savelli). È necessario confermare la prenotazione presso l’Info Point entro 15 minuti prima dell’inizio dell’esperienza.

Le partenze del “Trentapiedi dei Borghi” sono tre, rispettivamente alle 17.00, alle 18.00 e alle 19.00; il percorso completo dura circa un’ora. Il punto di incontro (già dalle 16.30) sarà allestito davanti all’Info Point di Bassano in Teverina, nei pressi della celebre Torre dell’orologio.
Ulteriori informazioni sono disponibili attraverso i siti web e i profili social dei partner
dell’evento:
– https://bassanointeverina.com/da-visitare/,
– http://comune.bassanoteverina.it/ ,
– https://www.instagram.com/borghidellarcheologia/
– https://www.facebook.com/borghidellarcheologia/?ref=page_internal

F.to la Direzione scientifica del progetto
Borghi dell’archeologia / Archeologia dei borghi

Print Friendly, PDF & Email