Ombre Festival, Lorena Paris tra la parola poetica e la danza

(m.a.g.) –

VITERBO – Nell’ambito di Ombre Festival, ieri 23 luglio, nello Spazio Zafón della Sala Regia di Palazzo dei Priori è andato in scena uno spettacolo dal titolo Le ombre poetiche, letture a cura di Lorena Paris accompagnate dalle performance della Prima Officina dello Spettacolo.

La poetessa Lorena Paris ha rappresentato i suoi testi ed amabili letture, un viaggio immaginario tra le ombre poetiche di alcuni grandi autori, da Eugenio Montale a Cesare Pavese, da Lucio Piccolo a Elio Pecora, da Alda Merini a Dino Campana.

Zafon-Ombre-festivalUn emozionante incontro dove la bellezza e il significato della parola e del concetto “Ombra” hanno toccato i vari sentimenti legati alla solitudine, al ricordo, al passato, al mistero.

Brave le allieve di Prima Officina dello Spettacolo che hanno impreziosito l’evento con danze a tema. Un successo di pubblico ed un altro successo di Ombre Festival.

Print Friendly, PDF & Email