Omotransfobia: a Viterbo apre lo sportello Arcobaleno contro le discriminazioni

VITERBO – “Dal 9 di marzo a Viterbo aprirà lo Sportello Arcobaleno contro le discriminazioni verso le persone LGBT+ (Lesbiche, Gay, Bisex e Trans) presso la sede di Arci Viterbo, in via Genova 15. Lo sportello, che sarà aperto tutti i mercoledì dalle 17:00 alle 20:00, è risultato di un percorso importante” – dichiara Francesco Angeli, Presidente di Arcigay Roma e coordinatore del progetto – “concretizzatosi con l’affidamento della costruzione di un Centro Contro le Discriminazioni diffuso con il supporto di UNAR, che vede il Comune di Albano Laziale capofila, e l’apertura dello Sportello oltre che nel Comune di Albano Laziale, anche a Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo”

“Un risultato straordinario con cui il Lazio e Viterbo fanno un grande passo in avanti sul contrasto alle discriminazioni. Finalmente saremo in grado di offrire un servizio strutturato che permetterà alle persone LGBT+ delle province di vivere più serenamente, evitando un ulteriore spopolamento verso la grande città e iniziando ad immaginare che si può essere LGBT+ anche nel territorio di origine – continua Angeli”

“Siamo molto felici di questa collaborazione che implementa i servizi territoriali promossi dalla rete Arci a Viterbo sui temi della difesa dei diritti di cittadinanza, a Viterbo c’è bisogno di far uscire dall’ombra questi argomenti e costruire pratiche e politiche inclusive e solidali” conclude Trulli di Arci Viterbo.

Print Friendly, PDF & Email