Operazione antidroga dei Carabinieri: arrestato pusher del Gambia con hashish e cocaina

VITERBO- Ieri sera, un’operazione congiunta della NOR – Sezione Operativa di Viterbo e della locale Stazione ha portato all’arresto di un pusher del Gambia nella centralissima piazza dei Caduti.
L’uomo era stato precedentemente messo sotto la lente di ingrandimento dall’Arma per le sue attività sospette e ieri sera, mentre veniva avvicinato dai Carabinieri, ha cercato immediatamente di disfarsi di un bilancino di precisione, segno inequivocabile del suo coinvolgimento nel traffico di sostanze stupefacenti.
Gli operanti non hanno perso tempo e hanno immediatamente perquisito l’uomo. Nascoste nelle tasche dei suoi pantaloni, hanno rinvenuto una ventina di dosi di hashish già pronte per essere smerciate agli acquirenti. Ma la sorpresa maggiore è giunta quando, durante la perquisizione, lo spacciatore ha iniziato a masticare in maniera nervosa qualcosa, insospettendo ancor di più i militari.
Prontamente, i Carabinieri hanno agito e hanno tolto dalla bocca dello straniero un ovulo di cocaina, evitando così che potesse causare danni alla sua salute. L’ovulo aveva un peso di 6 grammi, una quantità significativa della pericolosa sostanza stupefacente.
Se solo l’ovulo si fosse rotto nella bocca dello spacciatore, ci sarebbero state grosse complicazioni. Una dose così elevata di cocaina avrebbe potuto causare un’overdose mortale, mettendo in serio pericolo la vita del criminale e mettendo a repentaglio la sicurezza pubblica.
Il pusher del Gambia ha trascorso la notte nelle celle di sicurezza del Comando Provinciale e questa mattina è stato portato davanti al giudice. La magistratura ha convalidato l’arresto, comminando al criminale il divieto di permanenza nel comune di Viterbo
Questo arresto dimostra la determinazione delle forze dell’ordine nel contrastare il traffico di droga e altre attività illecite sul territorio. La collaborazione tra la NOR – Sezione Operativa di Viterbo e la locale Stazione ha portato a risultati concreti nella lotta contro la criminalità organizzata e il traffico di sostanze stupefacenti
Il presente comunicato viene condiviso con la Procura della Repubblica di Viterbo e trasmesso per interesse pubblico
PRESUNZIONE DI INNOCENZA
Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE