Orte, giovane agli arresti domiciliari continua attività di spaccio: denunciato dai Carabinieri

ORTE (Viterbo)- I carabinieri della Stazione di Orte, nel corso di un controllo a persona sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico poiché dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno proceduto a un nuovo deferimento per l’indagato, un 19enne del luogo.
Il ragazzo, all’atto del controllo, è stato trovato in compagnia di una coetanea, che i militari hanno sottoposto a perquisizione personale, rinvenendo un modico quantitativo di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, riconducile all’uso personale, e per questo segnalandola alla Prefettura di Viterbo.
Estesa la perquisizione anche al domicilio del sottoposto alla misura cautelare, è stato rinvenuto materiale tipicamente utilizzato per il confezionamento e la suddivisione in dosi di sostanza stupefacente: sostanza da taglio del tipo “mannite”, numerosi ritagli di carta cellophane, bustine, nr.1 coltello intriso di sostanza stupefacente del tipo “hashish”.
Pertanto, il giovane è stato nuovamente deferito all’Autorità Giudiziaria.

Il presente comunicato viene condiviso con la Procura della Repubblica di Viterbo e trasmesso per interesse pubblico
PRESUNZIONE DI INNOCENZA
Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE