Ottima riuscita per il Presepe vivente de La Quercia (Viterbo)

Il vento forte degli ultimi giorni aveva creato non pochi danni alle capanne in legno costruite per il presepe vivente de La Quercia sullo spazio antistantefrutta-verdura-quercia l’oratorio della chiesa, tanto che don Massimiliano ha dovuto rimandare la sacra rappresentazione prevista pernatività-quercia il Natale. Ieri sera, però, tutto è filato liscio ed i figuranti del Villaggio Querciaiolo e della parrocchia de La Quercia hanno potuto dar vita al sempre suggestivo e caratteristico presepe vivente. Rispetto allo scorso anno si sono

visti due centurioni all’inizio del percorso ed anche i sommi sacerdoti. Il restante villaggio ricreato ha riproposto i mestieri di una volta, dalle filatrici, al fabbro, all’oste, alla venditrice di stoffe, a quella di frutta e verdura fino al venditore di formaggi. animali-querciaAltra novità un asinello fatto circolare lungo il tragitto da un giovane al suono di un corno. Immancabile poi il banchetto dove sono state distribuite presepevoventequercia2013al prezzo di un euro le buonissime pizze fritte con sale o zucchero a piacere, mentre venivano offerte gratuitamente bruschette con olio e barchette con  ricotta. Non sono mancati quest’anno neanche gli animali: pecore, conigli, gallo, papare ed anatre. Un tuffo nel passato in piena regola, quindi,  che anche per questa edizione ha saputo emozionare i visitatori.


 

{gallery}galleria-foto/presepeviventelaquercia{/gallery}

   

Leave a Reply