Pallacanestro Sora – Nuova Fortitudo 62-60

PALLACANESTRO SORA – NUOVA FORTITUDO PIERGENTILI 62-60

Pall. Sora: Zincone 2, Vrenozi 6, De Santis 14 , Porta 15, Rea 9, Esposito 1, Riva 15, Pescosolido 0, Mammone 0, Tatangelo 0. Coach: Giuseppe Maglio. Assistente: Serena Incelli. Nuova Fortitudo Piergentili: Baliva 2, Peroni. G., Peroni .M 8. Del Buono 11, Toselli 11,nuova-fortitudo-logo Nieri 4, Bruno 0, Billi 12, Porrone 0, Tola 7. Coach: Angelo Bondi. Assistente: Andrea Baleani. Arbitri Fornaro di Mentana (RM) e De Filippo di Roma. Parziali 18/13 – 13/23 – 17/16 – 11/10

Sconfitta amara per la Nuova Fortitudo Piergentili, che cede (62-60) alla sirena sul parquet del fanalino di cosa Sora (dove andava in scena l’undicesima stagionale nel girone E della DNC) e interrompe così la striscia positiva che durava da tre turni. A far rimpiombare sulla terra la squadra di coach Angelo Bondi è stata una tripla “col giallo” di Riva nel finale, con la palla sembrata partire dopo il limite della gong. Resta il dubbio per questo episodio che ha

lasciato sul parquet qualche polemica. Polemiche ma anche autocritiche, perché la Nuova Fortitudo avrebbe potuto gestire meglio e con più lucidità il finale di partita, dove non sono mancati errori banali e qualche regalo di troppo, come quello nel possesso decisivo concesso ai ciociari. Una doccia gelata arrivata al termine di una partita spigolosa, nella quale i viterbesi hanno dovuto far fonte ad uno score dei falli andato su troppo in fretta (10 nel solo primo quarto), e una voglia di rivalsa forte da parte della squadra di coach Maglio, che ha venduto cara la pelle dall’inizio alla fine. Primo quarto che inizia con un sostanziale equilibrio, rotto da una tripla di del Buono che apre le porte al primo mini-break della partita. I biancoverdi non riescono a scappare, e Sora ricuce grazie ai punti di Porta, Rea e Riva. La situazione falli, complice anche un arbitraggio iniziale poco ispirato (con dodici infrazioni totali fischiati nella prima frazione), si complicata subito per i biancoverdi, con coach Angelo Bondi che deve così anticipare qualche rotazione riaggiustando il quintetto.

La squadra di casa ne approfitta, prende le misure e largo nel tabellone portandosi anche a + 8. Del Buono e Billi nel finale riescono a tenere il risultato non troppo largo: 18-13 alla prima pausa. Sora impatta meglio il secondo quarto, gioca quattro minuti ad alto livello e spinta da De Santis, Riva e Porta allunga la forbice a + 13. Poi sale in cattedre Angelo Toselli. Il pivot si carica la squadra sulle spalle, trovando undici punti, e diversi rimbalzi, che risvegliano una Nuova Fortitudo che prende campo, trova punti anche con Giacomo Peroni e Tola, riuscendo così a ricucire lo strappo e portarsi sopra (34-31) allo scoccare dell’intervallo lungo. La squadra di Bondi rientra sul parquet convinta. Billi, Michele e Poroni e Del Buono spingono sul + 8. Sora resiste, Zincone e De Santis tengono a galla i ciociari che restano in scia: 50- 40 Nuova Fortitudo quando si entra nel quarto finale.

Toselli apre l’ultima frazione, gli risponde Porta che trova cinque punti di fila che fanno rimettere la testa avanti al Sora. Si gioca sull’equilibrio fino a quando Michele Peroni non trova quattro punti che fanno ritornare con la testa avanti la Nuova Fortitudo. Vantaggio che cresce dopo due liberi di Giacomo Peroni, ma che subito si riassottiglia grazie al solito De Santis e Vrenozi. La Nuova Fortitudo riesce e restare avanti fino a cinque secondi dalla fine, poi la doccia fredda di Riva che oltre la linea dei sei metri, e forse oltra al limite della sirena, trova la bomba che gela la panchina viterbese e non fa calare il poker di vittorie alla squadra di Bondi. Ora una settimana di tempo per digerire la sconfitta e prepararsi al meglio al derby di domenica contro la Stella Azzurra.

   

Leave a Reply