Papa Francesco dedica la sua omelia a Santa Marta e fa un appello contro i guadagni da “corruzione”

Papa Francesco ha parlato nella sua omelia di oggi della mondanità, partendo dalla parabola dell’amministratore disonesto e di come “agisce questapapa-francesco-twitter mondanità e quanto pericolosa sia”. Gesù “pregava il Padre perché i suoi discepoli non cadessero nella mondanità”. Papa Francesco ha sottolineato come la “mondanità piaccia molto al demonio, che vive secondo i valori del mondo”. ha poi puntato i ldito su alcuni amministratori e su

quell’atteggiamento “della strada più breve, più comoda per guadagnarsi la vita”. “L’abitudine della tangente – ha detto il Pontefice – è un’abitudine mondana e fortemente peccatrice. E’ un’abitudine che non viene da Dio: Dio ci ha comandato di portare il pane a casa col nostro lavoro! Si incomincia forse con una piccola bustarella, ma è come la droga”. Insomma, per Papa Francesco “l’abitudine alle tangenti diventa una dipendenza”. “Forse oggi ci farà bene a tutti noi pregare per tanti bambini e ragazzi che ricevono dai loro genitori pane sporco: anche questi sono affamati, sono affamati di dignità! Pregare perché il Signore cambi il cuore di questi devoti della dea tangente e se ne accorgano che la dignità viene dal lavoro degno, dal lavoro onesto, dal lavoro di ogni giorno e non da queste strade più facili che alla fine ti tolgono tutto”.

   

Leave a Reply