Parkinson e creatività

di MARIELLA ZADRO-

VITERBO- “CANTIERE PARKINSON” non poteva essere scelto migliore slogan per ricordare la Giornata Nazionale del Parkinson. Cantiere, come luogo di progettazione e realizzazione di un’opera.
Queste opere, non vanno a rimodernare edifici o costruire strade, vanno a dimostrare che anche una persona affetta da patologia, può esprimere i propri sentimenti attraverso la poesia, la pittura, i manufatti e la musica.
E queste “opere” sono state esposte presso lo Spazio Pensilina dell’Ufficio Turistico, p.zza Martiri d’Ungheria in Viterbo.
Paolo realizza bastoni di legni vari, anche Mario realizza manufatti con il legno, Gina ricicla capsule del caffè per realizzare bijou, Massimo oltre a scrivere poesie realizza quadri, Paolo P. operatore provetto di video si diletta anche con la pittura, Francesco scrive favole e brevi racconti ed Enrico spazia dalla poesia alla musica.
Sabato 26 novembre, il cantiere, è stato visitato dalla sindaca Chiara Frontini e da diversi assessori che si sono intrattenuti con i presenti, apprezzando le attività svolte.
In particolare, la sindaca si è resa disponibile a risolvere un problema che sta vivendo l’Associazione Parkinson Viterbo APS, disporre di una sede dove potersi incontrare.
Auspichiamo che per l’anno prossimo, in occasione di questa giornata, si possa inaugurare una sede idonea per accogliere le persone che vogliono documentarsi su questa malattia neurodegenerativa che al momento non si può sconfiggere, ma se ne possono ridurre i sintomi.

 

 

Print Friendly, PDF & Email