Partita la campagna “Vite Coraggiose” a favore della Fondazione Bambino Gesù

di EMANUELE FARAGLIA – Ogni giorno riceviamo numerosi messaggi e richieste di aiuto per persone in difficoltà. Il mondo presenta sofferenze di ogni tipo, ad ogni latitudine, di qualsiasi grado e misura. E le possibilità date dagli attuali mezzi di comunicazione sono enormi, il che da un lato facilita il compito, meritorio, di associazioni ed enti di beneficenza, dall’altro pone il potenziale benefattore nel dubbio: chi aiutare?

Quest’oggi, tra le tante iniziative, vogliamo segnalare quella promossa dalla Fondazione Bambino Gesù per la ricerca e la cura delle malattie genetiche orfane di diagnosi.

Secondo le stime dell’Istituto Superiore della Sanità le persone colpite da malattie rare sono oltre 1 milione in Italia, e più di 25 milioni in Europa. E di esse circa il 60% sono bambini.

L’iniziativa parte in occasione del Giubileo della Misercordia, e, tra i partner c’è anche Intesa Sanpaolo che ha scelto di promuovere la raccolta dei fondi che saranno destinati ai progetti di ricerca dell’ospedale pediatrico.

Per effettuare la donazione alla Fondazione Bambino Gesù basta indicare l’IBAN IT 05 B 03069 05020 100000016223 e la causale “Vite Coraggiose”.

Le donazioni effettuate in tutte le filiali delle banche commerciali del Gruppo Intesa Sanpaolo sono esenti da commissioni, indicando il codice grande beneficiario 009701.

Per i correntisti di una delle Banche del Gruppo che abbia attivato i servizi via Internet in modalità dispositiva è possibile effettuare il bonifico anche online senza commissioni semplicemente indicando nel campo “beneficiario” il codice 009701.

Per tutti gli aderenti all’iniziativa ci saranno un braccialetto con il brand “Vite Coraggiose” e/o un CD di Albano Carrisi contenente un brano inedito.

A questo link è possibile controllare le 950 filiali che sostengono la campagna sociale .

Print Friendly, PDF & Email