Pasqua in Tuscia: tradizioni, eventi e esperienze

di REDAZIONE-

VITERBO- Il periodo pasquale è giunto, portando con sé le festività di Pasqua e Pasquetta, ricche di tradizioni e momenti conviviali. Nella Tuscia, questa è un’occasione per riunirsi in famiglia, con gli amici, e gustare i piatti tipici di questa stagione. Ma oltre alle celebrazioni tradizionali, la Tuscia offre una vasta gamma di attività, eventi ed esperienze per arricchire ulteriormente queste giornate speciali.

Una delle tradizioni più radicate è la Via Crucis, celebrata in tutti i comuni della regione durante il Venerdì Santo. Questa processione rievoca il percorso di Gesù verso la crocifissione, coinvolgendo la comunità in un momento di profonda devozione. Stasera si potrà assistere a queste tradizionali rievocazioni sia a Bagnaia, che a Viterbo, in piazza San Lorenzo che a San Martino al Cimino, a Sutri, Vetralla e Bolsena ed a Orte con la processione del Cristo morto.

C’è poi la tradizionale colazione di Pasqua nel quartiere viterbese di Pianoscarano. Attorno alla Fontana del piano da ormai 27 anni si svolge la tradizionale colazione pasquale tipica viterbese con la pizza di Pasqua accompagnata da capocollo e altri insaccati tipici locali e offerta a tutti.  Per coloro che cercano esperienze culturali, i musei e i parchi archeologici della regione sono aperti durante le festività, offrendo l’opportunità di immergersi nella storia e nell’arte del territorio.

Un’alternativa è rappresentata dall’Isola Bisentina nel Lago di Bolsena, che apre le sue porte per consentire visite guidate lungo la suggestiva Via Crucis delle sette cappelle, un percorso mistico e artistico ricco di storia e natura.

Per chi cerca divertimento e relax, Soriano nel Cimino offre musica, giochi e animazione in piazza, mentre Marta ospita una fiera del mondo equestre lungo le rive del lago.

Gli amanti dell’enogastronomia possono partecipare alla rassegna “Eventi di Acqua Dolce”, dedicata alle eccellenze culinarie del territorio, oppure visitare le mostre d’arte contemporanea come “Tracce tra Passato e Presente” a Viterbo e “Alessio Paternesi: di Terra, di Luce, di Aria. Antologica” a Sutri.

Per chi preferisce le attività all’aria aperta, escursioni guidate alla Tenuta Rocca Respampani offrono l’opportunità di esplorare le bellezze naturali della regione, dalle grotte alla cascata, dai ruderi medievali alla flora e fauna locali.

In sintesi, il weekend di Pasqua in Tuscia promette di essere un’esperienza ricca e variegata, capace di soddisfare tutti i gusti e le passioni.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE