Pasquetta, tempo di gite fuori porta e presso agriturismi secondo la Coldiretti

di REDAZIONE –

Gli italiani hanno speso più di 1,3 miliardi di euro per organizzare il pranzo di Pasqua. Lo dice la Coldiretti, che ha realizzato un dossier “La Pasqua degli italiani”, in cui ha evidenziato come  8 famiglie su 10 (l’83% degli italiani) ha scelto di mangiare a casa, propria o di amici/parenti.  Complessivamente gli italiani hanno speso più di 1,3 miliardi di euro per organizzare il pranzo di Pasqua. Tra i piatti più comuni, l’uovo di cioccolato sembra essere scelto da più della metà degli italiani, insieme ai dolci tipici della tradizione di ogni regione, come la crescia delle Marche, le titole del Friuli Venezia Giulia, la cuzzupa calabrese, la pastiera napoletana, la scarcedda lucana.

Gli italiani hanno optato per la trazione anche per quanto concerne le ricette salate. Al ristorante trionfano le uova e l’agnello nei menù.

Per Pasquetta, sempre secondo la Coldiretti, il 16% degli italiani non rinuncerà alla tradizionale gita fuori porta in parchi e aree protette con il tradizionale pic nic nel verde.  La tendenza riguarderà anche gli agriturismi, tanto che secondo Terranostra in 350mila hanno scelto di consumare il pranzo di Pasqua, con molte aziende che si sono attrezzate per il lunedi dell’Angelo con l’offerta di pasti completi, ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic.

Print Friendly, PDF & Email