Patto regionale “Sviluppo e lavoro”: nel Lazio un forte peggioramento nel mercato del lavoro

Il presidente della Regione Lazio,aprendo  i lavori del patto regionale “Sviluppo e lavoro” , ha parlato di un Lazio in crisi in un’Italia dove itassi di crescitaimprese-aiuto risultano inferiori ai principali Paesi europei. Nessuna regione italiana, infatti, figura tra le prime 100 dell “Regional competitiveness index 2013′ dell’Unione Europea. Il Lazio, in questa classifica, occupa la 143° posizione, mentre era alla 133° nel 2010. Quindi, si registra un forte peggioramento

del mercato del lavoro nella regione ed il 2013 non sarà migliore, visto che per la Regione il Pil che dovrebbe essere tra l’8 e il 9 per cento inferiore al dato del 2007. Secondo sempre i dati presentanti nel patto regionale ‘Sviluppo e lavoro’, le persone in cerca di occupazione nel Lazio sono 311 mila, ovvero 60 mila in più rispetto allo stesso periodo del 2012. Il tasso di disoccupazione e’ dall’inizio dell’anno sopra il 12%. Il tasso di disoccupazione femminile rimane sotto il 50 %. Il calo dei fatturati, poi, assommato alle difficoltà di accesso al credito si risentono sulla liquidità e creano problemi di investimento delle imprese. L’unica voce in controtendenza è l’export , che cresce del 2,4 % nel primo trimestre 2013.

   

Leave a Reply