Pd. Il deputato Mazzoli in Commissione Difesa interroga il sottosegretario Roberta Pinotti su: “Concorso per volontari in ferma prefissata quadriennale, il ministero della Difesa riveda le sue scelte per reinserire i 549 esclusi”

“Insisteremo per far valere i diritti di chi ha vinto il concorso e affinché il caso venga riaperto”. Mazzoli Pd Dalema 29genIl deputato del Partito democratico, Alessandro Mazzoli, ha interrogato oggi in commissione Difesa il sottosegretario Roberta Pinotti, sul bando per il reclutamento di 3756 volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP4) nell’Esercito, nella Marina Militare e nell’Aeronautica Militare indetto con Decreto dirigenziale n. 360 del 11.10.2011.

Il nodo sono gli atti del ministero che successivamente hanno disposto la riduzione dei posti messi a concorso, declassando una parte dei partecipanti dalla posizione di vincitori del concorso a meri idonei. Sulla vicenda, si è pronunciato anche il Tar che con sentenza del 13 novembre 2013 ha predisposto l’annullamento del decreto ministeriale che ha deciso il taglio di 549 posti messi a concorso. Il tribunale amministrativo ha accolto il ricorso contestando la contraddittorietà palese delle decisioni prese dal dicastero e che hanno causato un ripetuto balletto nei numeri concorsuali.

Nella replica al sottosegretario Pinotti, Mazzoli ha sottolineato la valenza del pronunciamento del Tar. “Il ministero ha sessanta giorni per adeguare i suoi atti alla sentenza. Seguirò la vicenda affinché i diritti dei partecipanti al concorso siano rispettati”.

Di seguito il testo dell’interrogazione.

Interrogazione a risposta in Commissione al Ministro della Difesa per sapere

Premesso che :

– Nell’ottobre 2011 veniva bandito un concorso VFP4 1^ immissione 2012 per FFAA, con iniziali 1450 posti; – Nel dicembre 2011 tale concorso vedeva ampliato il numero delle immissioni a 1924 con esplicito riferimento della relativa copertura finanziaria da reperire; – Conseguentemente sono aumentati anche i concorrenti da selezionare alle visite mediche passando dagli iniziali 2200 ai 3000 a seguito del nuovo decreto; – A conclusione dell’intero iter concorsuale viene stilata la graduatoria finale ma non viene pubblicata e il 20 giugno 2012 viene firmato un nuovo decreto ministeriale, il n.138, che porta a 1375 i posti utili con graduatoria definitiva di 2055 unità che avevano superato le visite mediche; – Con decreto ministeriale 168 del 6 agosto 2012 viene stabilito il taglio delle immissioni del concorso VFP4 lasciando cosi a casa 549 ragazzi/e; – 79 dei 549 concorrenti vincitori “tagliati” hanno presentato ricorso al Tar del Lazio e il 10 luglio u.s. vi è stata la discussione del ricorso; – Vi è da aggiungere che una parte di questi 549 vincitori effettivi di concorso in diversi hanno vinto altri concorsi in polizia di stato, nella polizia penitenziaria e nell’arma dei carabinieri, altri sono in attesa della graduatoria vfp4 2013, e quindi il numero della platea è sicuramente inferiore alle 549 unità; – Vi è stata inoltre una significativa presenza di rinunciatari al momento della prima immissione che faceva sperare nella possibilità di ripianamenti attingendo dalla graduatoria e invece non vi è stato nulla di tutto ciò..

se e quali iniziative il Ministro intenda attivare per sanare questa situazione e consentire il ripristino delle immissioni a 1924 unità come da decreto ministeriale n. 380 del 6 dicembre 2011.

   

Leave a Reply