“Pedibus” per arrivare a scuola e giochi di strada: l’iniziativa per la viabilità sostenibile

di SIMONE CHIANI-

VITERBO- Viabilità sostenibile e riconquista delle strade scolastiche ormai invase dai veicoli a motore: sono queste le battaglie combattute dal Comitato “Aria Sole e Movimento” formato da genitori e residenti del Centro Storico; l’iniziativa svoltasi oggi ha ottenuto il patrocinio del Comune di Viterbo stesso, che nella figura della Sindaca Chiara Frontini ha già, attraverso i social, riferito soddisfazione per quanto svolto.
Dalle 7:30 di questa mattina, dall’ingresso di piazza Crispi, per Via della Verità e fino all’ingresso della Fantappié, oltre che fino all’incrocio dell’Orologio Vecchio e via Vetulonia, le strade sono state chiuse al traffico per l’evento. Sul “Pedibus“, mezzo simbolo per la viabilità sostenibile, sono stati invitati a salire tutti gli studenti che dovevano recarsi nelle scuole in zona. Presente anche la prima cittadina per l’occasione.

Il pomeriggio è stato invece dedicato ai “giochi di strada“, sempre nelle stesse aree e ancora con l’obiettivo di promuovere l’iniziativa sulle “strade scolastiche” e sulla viabilità sostenibile. L’occasione è stata infatti sfruttata dagli organizzatori per montare dei banchetti e divulgare (oltre che raccogliere) idee sulla possibilità di un futuro meno inquinante e pericoloso per i bambini. Chiuse anche nella fase pomeridiana le strade, ma in maniera ridotta rispetto alla mattina.

L’iniziativa, che ha l’ambizioso progetto di diffondersi in tutta Europa, è stata spiegata così: “Crediamo che le strade delle nostre città debbano essere sicure e accessibili a tutti. Bambine e bambini dovrebbero poter andare a scuola a piedi, in bicicletta e in monopattino ogni giorno, senza essere costretti a respirare aria inquinata e ad attraversare strade pericolose. #StreetsforKids è la nostra campagna per moltiplicare il numero di strade scolastiche in tutta Europa”.

Porta della Verità – viene specificato – ha una situazione che diventa ogni anno più ingestibile e pericolosa, con gli studenti e i genitori sottoposti continuamente a esalazioni dei gas di scarico“. Le proposte per cambiare sono: “creazione di un tavolo di concertazione partecipata con l’amministrazione per una soluzione condivisa, creazione di una strada scolastica su via della Pace fino a via Vetulonia nelle ore di entrata e uscita degli studenti, uso di navette elettriche e degli autobus scolastici, orari di ingresso scaglionati, apertura dei cortili interni delle scuole superiori dalle 7:30 per far defluire gli studenti, divieto di sosta e fermata con rimozione su via Orologio Vecchio anticipato alle 7:30, organizzazione di Pedibus da piazza Crispi, segnalazione adeguata della zona scolastica con appositi cartelli, pattuglia vigili urbani nei periodi critici, ripristino semaforo lampeggiante su Piazza Crispi per i suddetti orari.”

Un passo in avanti verso un ritorno, dunque, a strade appetibili e vivibili per persone di ogni età, come avveniva in un passato ormai fin troppo distante da noi.

PHOTOGALLERY=

Print Friendly, PDF & Email