Per Emergency lo spettacolo solidale “La guerra è guerra” al Teatro Caffeina, venerdì 28 febbraio, ore 21.00

di MARIA ANTONIETTA GERMANO –

VITERBO –  “Riempite il teatro” è il coro entusiastico della solidarietà che si fa spettacolo, uno spettacolo speciale dal titolo “La guerra è guerra”, imbastito, con parole e musica, da un gruppo di 20 talentuosi artisti del territorio viterbese per sostenere sia il Centro di Cardiochirurgia “Salam” di Khartoum in Sudan, gestito da Emergency, che ampliare a Viterbo il gruppo di appoggio alla nobile causa.

 L’opera teatrale “La guerra è guerra” andrà in scena al Teatro Caffeina venerdì 28 febbraio, ore 21 con la regia di Laura Antonini, un’azione solidale di amore nata per aiutare chi già aiuta come da anni fa Emergency con i suoi ospedali in molti Paesi a noi vicini, dove la guerra genera tanti feriti civili di cui si dimentica la tragedia.  Mettete i fiori nei vostri cannoni, si potrebbe dire come recitava una vecchia canzone degli anni Sessanta (i Giganti), invece si fa la guerra.  Il biglietto ha un costo popolare, 10 euro. Il successo è annunciato.

Sul palco: Felix Adado, Laura Antonini, Maria Paola Congiu, Patrizia Conti, Giorgio Fasone, Angelo Felice Frateiacci.  Musiche: Luciano Orologi (fiati), Icastico (chitarra e voce), Simone Buzi (tromba), Dario Martellini (trombone), Diego Pecorelli (tastiere), Roberta Sperduti (percussioni ed altre libertà), Elisabetta Antonini (percussioni), Erika Notarangelo (voce). Con la partecipazione dello Staff Music School diretto da Diana Saiu.  Scenografie: Emanuela Galeotti.

Questa mattina la presentazione della meritoria iniziativa si è svolta nello spazio Galleria Bistrot del Caffeina Teatro.  A parlarne con l’artista e organizzatrice Roberta Sperduti sono intervenuti: la regista dello spettacolo Laura Antonini, il musicista Vincenzo Icastico, l’attrice Erika Notarangelo.

Ha chiuso la conferenza Pietro Protasi  coordinatore di Emergency a Viterbo che sorridendo ha detto: “Emergency, è l’unica associazione umanitaria che ha una compagnia teatrale, un buon mezzo per comunicare.  Il ricavato di questo evento andrà all’ospedale di Khartoum che esiste già dal 2007 e dove da anni si fa eccellenza nella medicina di cardiochirurgia”.

“L’Associazione – ha concluso –  ha un progetto utopico, quello di costruire 20 centri di eccellenza in tutto in Continente africano.  Era un’idea utopica anni fa e si è concretizzata con l’ospedale di cardiochirurgia ed entro aprile inaugureremo in Uganda, vicino al Lago Vittoria, un centro di chirurgia pediatrica. Il progetto dell’ospedale è stato donato dall’architetto Renzo Piano. La guerra è guerra, non può essere umanizzata, non esiste la guerra umanitaria, la guerra si può solo abolire. Sono lieto della possibilità che ci offrite di parlare della nostra associazione sul territorio di Viterbo, conosciuta come città solidale. In  Italia ci sono più di 2000  volontari che fanno raccolta fondi per l’Associazione e non si occupano di progetti. Aprire un varco in questa città dove non siamo presenti, con volontari, ci fa solo che piacere”.

Teatro Caffeina, via Cavour 9

Info e biglietti  0761 342681  – info@caffeinacultura.it

Print Friendly, PDF & Email