Periferica chiude con tre eventi di arte contemporanea a San Faustino

VITERBO – Il quartiere di San Faustino torna a essere il centro di eventi culturali con gli appuntamenti di chiusura del progetto Periferica, organizzato da Arci Viterbo.
Sabato 29 ottobre alle 17:30 il progetto ha in programma la presentazione, presso la Libreria dei Salici di via Cairoli, della fanzine Puf! Practices (for)Urban Fade- outs di Lucia Di Pietro, che ha già lavorato a Viterbo con la sua audioguida per scomparire.
In via delle Piagge, alle 18:30, due eventi di arte contemporanea chiudono l’edizione 2022 del progetto: Agnese Spolverini apre il proprio studio al pubblico mostrando i suoi lavori più recenti e le sue pratiche scultoree e installative. In contemporanea Luca Marcelli Pitzalis espone, allo spazio Arci Biancovolta, Le voci, installazione audio che inaugura il nuovo format di eventi site specific «Offset» curato da Cantieri d’Arte.

La ricerca di Spolverini spazia tra diversi media, dall’installazione al video fino al sonoro, nel tentativo continuo di aprire dialoghi e connessioni empatiche, erotiche, tra il pubblico e l’opera. Le sue opere, spesso, si caratterizzano come situazioni o ambienti seducenti che accolgono chi guarda, nel tentativo di generare una carica immaginativa ed emozionale che alimenta suggestioni e connessioni di senso. In questo, la luce ha un ruolo fondamentale, direziona i sensi e contribuisce a creare una dimensione intima e avvolgente. Ogni lavoro è un tentativo di costruire un insieme misterioso, ambiguo, che attrae e cerca di coinvolgere su un piano sensoriale ed emotivo chi osserva, aprendo possibilità molteplici di interpretare e accedere a un campo sensibile di significati e di percezioni.

Offset, a cura di Cantieri d’Arte, è un contenitore aperto di pratiche ed esperienze contemporanee e nasce con l’obiettivo di ospitare un evento ogni mese all’interno del Biancovolta, spazio ibrido nel quartiere di San Faustino a Viterbo. Invitando giovani artist* a presentare il proprio lavoro per una giornata in un contesto informale, Offset vuole essere la congiunzione tra linguaggi contemporanei, artist* e pubblici.

Luca Marcelli Pitzalis è l’artista invitato per il primo appuntamento di Offset, e per l’occasione presenta Le Voci, installazione sonora del 2020, che si inserisce all’interno di un’ampia ricerca sul rapporto tra caos semiotico e processi di soggettivazione, in cui la schizofrenia viene posta come modello relazionale tra io e Mondo. Nell’opera, quattro voci registrate da una persona sola e ognuna corrispondente a uno speaker diverso, parlano, si alternano, si sovrappongono, cantano in sincrono dei ritornelli, poi di nuovo si scompongono.

Print Friendly, PDF & Email