Perilli (M5S): “Chiarezza su consulenze legali esterne”

Riceviamo dal Gruppo Consiliare M5S Regionemovimento-5-stelle-logo Lazio e pubblichiamo.

“L’interrogazione, presentata dal M5S e discussa nella seduta odierna del Consiglio Regionale del Lazio, riguarda i 120.000 euro stanziati per la consulenza legale esterna della Centrale Acquisti, nonostante la regione sia dotata di sei strutture che possono assolvere questo compito.

Una cifra che sommata a quanto già assegnato dalla Giunta porta la spesa a 600.000 euro, ben oltre i 200.000 previsti dalla legge. Perilli, illustrando l’interrogazione, ha spiegato che il motivo principale di quest’interrogazione è che il denaro pubblico “andrebbe gestito nell’interesse di tutti” evitando “l’uso politico e clientelare delle consulenze”.

Come esempio Perilli ha citato il caso dell’ “avvocato Pellegrino, legale del Pd e della famiglia Angelucci, noi non contestiamo l’affidamento di incarichi a fiduciari ma contestiamo che persone provenienti dall’apparato politico di questa amministrazione siano inseriti nella gestione amministrativa attiva. C’è un evidente incompatibilità.” Perilli ha concluso il suo intervento invitando “Zingaretti ad offrire spiegazioni al riguardo, nell’interesse del rapporto fiduciario tra politica e cittadini”.

Dopo l’intervento dell’assessore, Perilli ha ribadito “il limite di spesa, ai sensi del regolamento regionale, aveva un limite massimo di un milione d’euro, quindi considerando il 20% di limite annuo, quando è stato affidato l’incarico il limite era già stato superato”.

   

Leave a Reply