Pillole di scacchi

di FRANCESCO CIUCHI-

Il giocatore di questa settimana è forse il più rappresentativo e iconico di tutto il XIX secolo: il “Praeceptor Germaniae”, il dottor Siegbert Tarrasch. Cittadino tedesco,nacque a Breslavia, oggi in Polonia, nel 1862. Fu uno dei primi cinque giocatori finalisti del torneo di San Pietroburgo del 1914 a potersi fregiare del titolo di Grande Maestro Internazionale, che lo Zar Nicola II Romanov istituì. Già nel 1883 Tarrasch vinse il suo primo torneo ottenendo fama e considerazione al punto che in patria veniva chiamato il “Praeceptor Germaniae”; famoso per il suo rigore teorico ( sviluppa prima i cavalli e poi gli alfieri….) e la sua metodicità, che in futuro però gli costeranno il match con Emanuel Lasker.
Non riuscì a battersi per il titolo contro il detentore Whilelm Steinitz a causa della sua professione di medico che non gli permetteva una preparazione adeguata sull’importanza della sfida, ma nei suoi scontri non ufficiali ebbe un punteggio favorevole sul boemo.
Nel 1908 disputó il match mondiale contro il campione in carica Emanuel Lasker ,con il quale non correva affatto buon sangue (un aneddoto che spesso si racconta vuole che prima dell’inizio del prima partita del match, Tarrasch sia entrato nella sala e abbia esclamato: ” Dottor Lasker per voi ho solo due parole: scacco e matto!” oppure c’è chi riporta: ” Dottor Lasker per voi ho solo tre parole: matto, matto e matto!”)che lo sconfisse per 8 a 3 ponendo fine ai suoi sogni di Gloria.
A lui si deve una linea nella partita di donna ( difesa Tarrasch) e nella difesa francese( variante Tarrasch). Morì nel 1934.

Tarrasch-Mieses (1916)

1.d4-e6; 2. e4-d5; 3.Cc3-dxe4; 4.Cxe4-Cd7; 5.Cf3-Cgf6; 6.Ad3-Ae7; 7.0-0 – Cxe4; 8. Axe4-Cf6; 9.Ad3-b6; 10. Ce5- 0-0; 11.Cc6- Dd6; 12.Df3-Ad7; 13.Cxe7+ – Dxe7; 14. Ag5- Tac8; 15.Tfe1-Tfe8; 16. Dh3-Dd6; 17. Axf6- gxf6; 18.Dh6-f5; 19.Te3-Dxd4; 20.c3- il nero abbandona

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE