Pillole di scacchi

Bernard Horwitz nacque a Neusterlitz, in Germania, nel 1807. Dopo una breve carriera da miniaturista, decise di trasferirsi a Londra dove iniziò la sua carriera scacchistica. Non fu certamente un personaggio di spicco del panorama scacchistico del XIX secolo come alcuni suoi colleghi, ma merita certamente menzione da parte nostra.
Nel 1846 perse un match col nostro burbanzoso amico Howard Staunton, con Lionel Kieseritzky e col suo quasi omonimo Daniel Harrwitz, in compenso, però, riuscì a sconfiggere Henry Nord da cui una famosa apertura prende nome: 1.f4.Nell’ormai arcinoto torneo di Londra del 1851 superò di nuovo il povero Bird, ma dovette fermarsi di nuovo davanti al coriaceo Howard Staunton e a Szèn, finendo il torneo al settimo posto; tutto sommato visto il livello dei partecipanti sarebbe potuta andargli peggio!
Dal 1851 iniziò a dedicarsi agli studi scacchistici, che, per chi non conoscesse cosa siano, consistono in delle posizioni di cui viene enunciato solitamente che il bianco muove e vince, lasciando al risolutore l’onere di capire come. Nello stesso anno pubblicó il libro Chess Studies con Josef Kling. Nel 1862 vinse il primo torneo di composizione di studi e dopo la morte di Kling pubblicó un altro libro di studi da lui ideati.
È soprattutto ricordato per “gli alfieri di Horwitz”, cioè una situazione in cui i due alfieri di un colore posti su caselle adiacenti puntano il re avversario.
Morì a Londra nel 1885.

Horwitz-Staunton ( Londra 1851)

1.e4;e5- 2. Cf3;Cc6- 3.d4; exd4- 4.Ac4;Ac5- 5. c3;Cf6- 6.e5-d5- 7.Ab5;Ce4- 8. cxd4; Ab6- 9.0-0;0-0- 10. Cc3; Ag4- 11.Axc6; bxc6- 12.Ae3; f6- 13.Cxe4; dxe4- 14.Db3+; Dd5- 15. Cd2; Rh8- 16.exf6; Txf6- 17. Tfe1; Tg6- 18. Dxd5; cxd5- 19. Rh1; Tf8- 20.h3; Ac8- 21.Tec1; Tf5- 22.a4; c6- 23.g4; Tf8- 24.a5; Ac7- 25.b4; Aa6- 26.Ta3; Ae2- 27.Tac3; Ab5- 28.Cb3; Tf3- 29.Rg2; h5- 30.g5; h4 il nero abbandona

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE