Pillole di scacchi

Ci trasferiamo sul Baltico, in Estonia. Nel 1806 nacque a Tartu Lionel Kieseritsky. Fu di famiglia tedesca e anch’egli come Adolf Anderssen fu professore di matematica, ma all’università. Si trasferì ben presto a Parigi per intraprendere gli scacchi professionistici e qui ebbe occasione di dimostrare il suo valore; vinse contro Bernard Horwitz, vinse un match alla cieca contro Daniel Harrwitz e giocó ben 151 partite contro John Williams Schulten vincendone 107!! Figuró tra i partecipanti dell’ormai noto ai lettori torneo di Londra del 1851, purtroppo non con un buon esito poiché venne eliminato dal vincitore Adolf Anderssen che, durante una pausa del torneo, non pago della sua eliminazione, lo “miniaturizzó” ( se mi passate il termine) nella famosa partita immortale. Ancora oggi una variante del gambetto di re porta il suo nome. Morì nel 1853.

J. Williams Schulten- Lionel Kieseritsky 1850

1.e4-e5; 2.f4-exf4; 3. Ac4-Dh4+; 4. Rf1-b5; 5. Axb5-Cf6; 6. Cc3-Cg4; 7. Ch3-Cc6; 8. Cd5-Cd4; 9. Cxc7+ – Rd8; 10. Cxa8-f3; 11. d3-f6; 12. Ac4-d5; 13. Axd5-Ad6; 14.De1-fxg2+; 15.Rxg2- Dxh3+!!!!; 16.Rxh3- Ce3+; 17. Rh4-Cf3+; 18. Rh5-Ag4, matto 0-1

Francesco Ciuchi

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE