Poggio Mirteto, i Carabinieri eseguono un servizio a largo raggio

POGGIO MIRTETO – Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Poggio Mirteto, nell’ambito di un controllo mirato finalizzato alla prevenzione e al contrasto dei reati predatori, hanno eseguito un servizio coordinato a largo raggio. Gli equipaggi, impiegati lungo la SS 4 Salaria, la SP 41 Farense e la SS 3 Flaminia, hanno eseguito 12 posti di controllo nei territori dei comuni di Poggio Nativo, Magliano Sabina, Stimigliano e Casperia, identificando 73 persone e controllando i sottoposti al regime degli arresti domiciliari, ispezionando 6 esercizi pubblici, elevando 7 sanzioni per infrazioni al Cds, oltre a controllare 42 veicoli.
Nel contesto del medesimo servizio ed in materia di repressione alle violazioni delle norme penali i Carabinieri:
1. della Stazione di Stimigliano, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emessa dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Roma, hanno rintracciato a Forano e tratto in arresto, ponendolo al regime degli arresti domiciliari, un 70enne che deve espiare una pena di mesi 7 a seguito di condanna per violazione delle norme in materia di stupefacenti.
2. del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia mirtense:
 hanno denunciato per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti un 30enne straniero che aveva provocato un sinistro stradale con feriti sulla SS 3 Flaminia del Comune di Magliano Sabina. All’uomo è stata anche ritirata la patente e sequestrata l’autovettura;
hanno inseguito un’autovettura che sulla SS 4 Salaria non si era fermata all’Alt imposto dai militari, bloccandola in Poggio Nativo. La conducente, una donna 50enne, veniva riscontrata positiva al controllo etilometrico per cui si provvedeva a ritirarle immediatamente la patente di guida e a sequestrare il veicolo sprovvisto anche di copertura assicurativa;
3. della Stazione di Castelnuovo di Farfa, in località di Osteria Nuova di Scandriglia, procedevano al controllo di un’autovettura con a bordo 4 cittadini stranieri dove uno dei quali risultava colpito da due ordini di obbligo dimora nel comune di residenza. L’uomo è stato quindi deferito a due distinte Procure della Repubblica per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.
In questo periodo proseguiranno numerosi i controlli dei Carabinieri in tutto il territorio della sabina.

Print Friendly, PDF & Email