Polidori, consigliere di Vallerano: “In amministrazione è necessaria la trasparenza degli atti”

VALLERANO (Viterbo)- Riceviamo e pubblichiamo: “Sono più di 4 anni che ricopro il ruolo di capogruppo consiliare di opposizione al Comune di Vallerano e purtroppo devo far presente la grossa difficoltà che in vari casi ho avuto e tuttora vivo per accedere a dei documenti e a chiarimenti che mi spettano di diritto.

Ricordo l’art. 43 del T.U.E.L comma 2 che letteralmente dice “I consiglieri comunali e provinciali hanno diritto di ottenere dagli uffici, rispettivamente, del comune e della provincia, nonché dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all’espletamento del proprio mandato. Essi sono tenuti al segreto nei casi specificamente determinati dalla legge.”

Purtroppo non è stato sempre così in questi anni, svariate richieste di accesso agli atti sono ancora, da mesi, in attesa di essere espletate.

Partiamo dalle richieste concernenti ai lavori pubblici.

Si è inviato in data 02/09/2022 un riepilogo delle richieste di documenti all’ufficio tecnico, anche tramite incontro con l’amministrazione, tra i quali i lavori della zona P.I.P (zona industriale), e quelli per i lavori di riqualificazione del campo sportivo comunale.

Alcune richieste di accesso agli atti erano già state presentate mesi addietro e sollecitati agli uffici sia in maniera verbale che scritta.

Addirittura devo ricevere risposta a un’interpellanza protocollata in data 24/11/2021, riguardo alla valorizzazione del patrimonio culturale sia dal punto di vista strutturale che turistico.

Altre le istanze dirette al settore amministrativo che ancora aspettano risposta.

Inoltre ci sono alcune delibere di consiglio, risalenti a circa due anni fa, e link di consigli comunali dello scorso anno, ancora da pubblicare. E guarda caso molte di queste sono proprio le mozioni del nostro gruppo consiliare.

Mozione per i buoni spesa per le famiglie indigenti e il ripristino e sorveglianza dei bagni pubblici sono alcuni esempi eclatanti.

È questo secondo l’amministrazione il modo di governare? Senza documenti non possiamo svolgere al meglio il nostro mandato.

Non può l’amministrazione attuale nascondersi dietro ad un dito, cioè celarsi nella scusa che gli uffici sono oberati per la troppa burocrazia e per il personale ridotto. Questa storiella non regge più! Ognuno si assumi le proprie responsabilità!

A noi consiglieri di opposizione spetta questa di responsabilità: abbiamo il dovere e diritto di verificare, controllare, proporre, interrogare l’amministrazione su tutto quello che noi riteniamo opportuno!

Mozioni, interrogazioni, proposte o decisioni di natura politica o extra politica passano dalla visione e dall’accesso degli atti che l’amministrazione produce. La trasparenza è fondamentale per far conoscere ai cittadini l’andamento della cosa pubblica, sia nel bene che nel male. E a Vallerano sembra che l’amministrazione non lo voglia proprio capire! Pertanto, dovremo purtroppo rivolgerci nuovamente alle autorità competenti, come è già successo in passato, per far rispettare i nostri diritti e così facendo, i diritti dei Valleranesi”.

Jacopo Polidori capogruppo di opposizione

consiliare Vallerano Tricolore

 

Print Friendly, PDF & Email