Politiche 2018, Monti e Ceccarelli (FdI) “Contro la teoria gender maggiore sostegno alla famiglia”

VITERBO – “Il nostro primo interesse è quello di difendere la famiglia e di arginare le conseguenze pericolose legate al diffondersi della dottrina “gender” e delle sue assurde derivazioni, come quella della “fluidità sessuale” o del “gender-free”.
Queste ridicole teorie non devono e non possono trovare sponda nelle scuole e nelle istituzioni, che, al contrario, dovrebbero tutelare maggiormente l’infanzia, i bambini e la loro corretta educazione. Fratelli d’Italia, rifuggendo qualsiasi “teoria gender”, chiede che venga rispettato il ruolo della famiglia nell’educazione all’affettività e alla sessualità e che si istituiscano dei monitoraggi attivi rivolti a famiglie con minori in situazioni di difficoltà legate alla crescita e allo sviluppo dell’identità.
Condanniamo ogni forma di omofobia ma, nello stesso tempo, anche l’opposto estremo: quella sorta di “famigliafobia” che arriva a generare forme di odio nei confronti della famiglia naturale, costituita da papà, mamma e figli e che, purtroppo, si sta rapidamente diffondendo negli ultimi periodi.
Al contrario uno dei punti cardine del nostro programma è proprio a supporto della famiglia e della natalità, con misure che prevedono agevolazioni per l’acquisto di prodotti per l’infanzia, asilo nido aperti tutto l’anno e assegni mensili di 400 euro fino al sesto anno di età. I figli rappresentano il futuro della nazione e per questo motivo vanno tutelati, aiutati e, soprattutto, educati nella maniera corretta.”
E’ quanto dichiarano il candidato alla Camera di Fratelli d’Italia Giampiero Monti e il candidato al Consiglio Regionale Massimo Ceccarelli.

Print Friendly, PDF & Email