Politiche di genere, Mattia: “La destra parla di famiglia e natalità ma ignora i diritti delle donne”

“Il candidato presidente del centrodestra continua a parlare di famiglia e di natalità senza, però, spendere una sola parola sulle politiche delle donne e per le donne. In realtà non esiste famiglia e non ci sono nascite se non si continua sulla strada intrapresa dall’Amministrazione Zingaretti per riconoscere alle donne diritti fondamentali per non metterle più nella condizione di dover scegliere tra lavoro e famiglia, tra carriera e figli”.

Lo dichiara Eleonora Mattia, presidente della IX Commissione regionale pari opportunità, scuola e politiche giovanili: “In questi anni – sottolinea Mattia – abbiamo lavorato molto, e ottenuto ottimi risultati, sulle politiche di genere, sulla parità salariale, sul contrasto alla violenza contro le donne, sui servizi per le donne e per la famiglia. Su mia iniziativa, dopo ben 40 anni, è stato approvato il sistema integrato 0-6 anni, la legge per contrastare i fenomeni della dispersione scolastica e della povertà educativa, garantendo pari condizioni di accesso e partecipazione ai servizi educativi per le bambine e bambini, senza distinzione di genere, sesso, etnia, età, disabilità e orientamento religioso, garantendo pari opportunità di educazione, istruzione, cura, relazione e gioco. E’ soltanto così, e non con i soliti slogan demagogici, che si costruiscono le condizioni per la natalità e per consentire alle donne di diventare mamme”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE