Università Unimarconi

Prefettura di Viterbo: misure urgenti di contenimento dell’epidemia da COVID-19

VITERBO – Riceviamo dalla Prefettura di Viterbo e pubblichiamo: “Misure urgenti di contenimento dell’epidemia da COVID-19 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche sociali. Piano operativo ai sensi dell’articolo 7 del decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172.

Il decreto-legge 26 novembre 2021, n. I72 ha introdotto misure urgenti di contenimento dell’epidemia da COVID-I9 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche sociali, rese urgenti dallo sviluppo in senso peggiorativo del quadro epidemiologico, che impone il rafforzamento delle disposizioni preventive e di controllo dei comportamenti personali, soprattutto in occasione delle prossime festività natalizie e di fine anno. In particolare, l’articolo 7 del citato decreto-legge disciplina il sistema dei controlli sul rispetto delle nuove disposizioni, affidando ai prefetti il compito di adottare un piano per l’effettuazione costante delle verifiche, anche a campione, avvalendosi delle forze di polizia e del personale dei corpi di polizia municipale munito della qualifica di agente di pubblica sicurezza, in modo da garantire il rispetto dell’obbligo del possesso delle certificazioni di cui all’articolo 9 del decreto-legge n. 52 del 2021. Sul punto sono state impartite puntuali indicazioni da parte del sig. Ministro dell’Interno ed è stato sentito, nel corso di apposita riunione del 30 novembre u.s., il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, allargato alla partecipazione della Direzione generale dell’ASL di Viterbo e delle società di trasporto pubblico locale COTRAL e Francigena, cui ha fatto seguito l’approfondimento tecnico operativo in sede di riunione di coordinamento delle forze di polizia. Atteso quanto sopra, si formula il piano operativo di seguito riportato al quale le SS.LL. vorranno puntualmente attenersi, fornendone allo scrivente gli esiti da trasferire settimanalmente, con modalità in corso di definizione, al Ministero dell’Interno. Gli obiettivi prioritari da perseguire dai servizi di controllo pianificati a decorrere dal 6 dicembre prossimo sono:
• verifica del possesso del green pass base o rafforzato all’interno dei locali chiusi o delle attività ricreative e commerciali;
• verifica del green pass base per la fruizione del servizio pubblico di trasporto locale e regionale, compreso quello ferroviario;
• verifica del rispetto dell’obbligo di indossare la mascherina di protezione anche all’aperto laddove previsto dalle ordinanze comunali.
I controlli saranno svolti quotidianamente da parte di tutte le forze di polizia secondo le seguenti modalità:
• nel territorio del comune di Viterbo secondo la ripartizione delle zone prevista dal piano di controllo coordinato del territorio, assegnandole, a rotazione, alla Polizia di Stato, all’ Arma dei
Carabinieri e alla Guardia di Finanza. La Polizia Locale di Viterbo concorrerà nella zona all’ interno delle mura cittadine;
• nel resto della provincia, nell’ambito dei rispettivi territori e con analoghe modalità, i servizi saranno coordinati dal Commissariato di P.S. di Tarquinia e dai Comandi Compagnia dei Carabinieri con il concorso della Guardia di Finanza e dei Comandi di Polizia Locale;
• la Sezione di Polizia Stradale concorrerà in ambito provinciale al controllo del possesso del green pass sui mezzi pubblici regionali;
• la Polizia Ferroviaria effettuerà analoghe verifiche sui treni regionali;
• sui mezzi pubblici i controlli saranno effettuati a campione, prevalentemente al momento della discesa dei passeggeri;
• negli esercizi commerciali (attività di ristorazione sportive e ricreative) i controlli saranno effettuati a campione sugli utenti nei vari orari di apertura;
• saranno pianificati specifici servizi di controllo per i locali notturni e di intrattenimento.
Il presente piano operativo sarà oggetto di implementazione all’atto della comunicazione dei servizi di filtraggio e controllo con proprio personale dedicato preannunciato da parte delle società di trasporto pubblico locale COTRAL e Francigena. Lo stesso sarà, inoltre, aggiornato ogni qual volta l’intervento di nuove disposizioni e gli esiti della verifica della concreta applicazione lo rendessero necessario. Si richiama, infine, l’attenzione dei sigg. Sindaci sulle raccomandazioni di cui alla nota dello scrivente n. 83217 del 29 novembre scorso sulla necessità di valutare, nell’ambito delle proprie prerogative e responsabilità in materia di tutela della salute pubblica nel territorio di competenza, di adottare ogni necessaria misura, ivi compreso l’obbligo di utilizzazione delle mascherine all’aperto.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE