Presentata la Rete Impresa Enjoy Viterbo

di WANDA CHERUBINI –

VITERBO – E’ stato presentato questa mattina, presso la sala consiliare del Comune di Viterbo, il progetto Rete d’Impresa Enjoy Viterbo . Nel 2017 sono stati approvati 147 progetti ammessi a finanziamento nel Lazio, di cui 20 per la provincia di Viterbo, per un totale di 1208 attività economiche coinvolte. Dopo Viterbo capitale medioevale, questa mattina è stato presentato il secondo progetto, denominato Enjoy Viterbo. 

Il progetto è stato presentato dal presidente di Cat Cofesercenti, Vincenzo Peparello, (che ha fornito il supporto tecnico del progetto),  dall’assessore al Termalismo Claudia Nunzi, dal manager del progetto Giancarlo Agostini e dalla manager Alessia Scali insieme ai rappresentanti di Confimprese e Confartigianato. “Il progetto nasce nel 2017 e grazie alla proroghe concesse dalla Regione Lazio, scadrà il prossimo 28 febbraio. La rete è composta da 117 soggetti imprenditorali“- ha spiegato Peparello.

L’assessore comunale Nunzi ha affermato: “Solo unendo le forze si riesce a raggiungere un obiettivo. Uno degli elementi su cui punta di più questa amministrazione è il termalismo per portare turismo nella nostra zona. Un turismo che non deve essere un mordi e fuggi. Sono contentissima di assistere a questa presentazione. Da un gioco di squadra tra amministrazione ed imprese può nascere qualcosa di efficace”.

Peparello ha sottolineato come Enjoy Viterbo sia un progetto di filiera mentre Viterbo città medievale  è territoriale. Quello di filiera spazia su tutto il territorio con una categoria merceologica affine soprattutto sulla filiera turistica. “Il Comune, come soggetto beneficiario, doveva condividere  questo progetto – ha proseguito Peparello –  Abbiamo scelto il termalismo diffuso. Il progetto è finanziato a fondo perduto. Nel Lazio sono state finanziate 117 imprese per un importo di 14 milioni di euro, a favore delle Strade del Commercio del Lazio, mettendo insieme attività economiche su strada di varia tipologia (negozi, artigiani, mercati, bar, musei, cinema e teatri), il tutto con il coordinamento dei Comuni come soggetti beneficiari. In provincia di Viterbo sono stati finanziati 20 progetti e la città di Viterbo ha portato a casa due progetti per complessivi 200 mila euro. C’è stato anche un finanziamento di 5 mila euro da parte del Comune”. Peparello ha anche tenuto a precisare che i progetti della provincia di Viterbo si trovano  nelle prime 30 posizioni della classifica.

Il Manager Scali ha aggiunto: “Si tratta di una rete importante, che rappresenta tutto il territorio e le frazioni come Bagnaia e San Martino al Cimino. Abbiamo avviato una serie di attività, di cui la maggior parte vanno in direzione delle attività innovative. Vogliamo realizzare un app turistico e commerciale con pacchetti turistici ed una parte commerciale di approfondimento delle singole aziende con possibilità di e-commerce. L’app svolgerà ulteriori funzioni commerciali legate al divertimento, con una sorta di gratta e vinci per usufruire dei vari prodotti delle aziende. L’app è legata ad un sistema di fidelizzazione. Grazie anche all’attività di Visituscia abbiamo realizzato una serie di pacchetti turistici. Abbiamo iniziato con circa 5 mila agenzie. Faremo altre due spedizioni di questo tipo. Tra le altre attività realizzeremo un totem informativo collocato nel centro viterbese con informazioni sul territorio e sui vari eventi. Ci sarà anche una segnaletica interattiva legala all’app. Stiamo,infine, ultimando la realizzazione di in video promozionale non solo turistico, ma promozionale delle aziende aderenti. Abbiamo poi l’iniziativa “Menu zero” legata ai ristoranti che offriranno i prodotti del territorio ed una mappa turistica commerciale, che, a sua volta, sarà abbinata ad una brochure di approfondimento turistico.

Infine, la manager ha spiegato come 30 mila euro siano state impegnate per la parte di governance, 30 mila per l’app, totem e segnaletica interattiva e circa 40 mila euro destinate alla comunicazione ed al marketing. “Faremo anche un evento di presentazione promozionale al pubblico a Roma”- ha concluso Scali.

 

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Viterbo unita contro la mafia, senza se e senza maLEGGI TUTTO
di MARIA ANTONIETTA GERMANO – VITERBO – Questa è una giornata storica di resilienza per Viterbo che scende in piazza
A Bagnoregio borse di studio di 200 euro per i ragazzi delle scuole secondarieLEGGI TUTTO
BAGNOREGIO ( Viterbo) – Borse di studio per i ragazzi della scuola secondaria. Gli studenti residenti a Bagnoregio, con Isee
Cavese-Viterbese sulla web radio “Diretta Sport Viterbo”LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica 17 Febbraio dalle ore 14,00 nuovamente con i gialloblù sulla WEB-RadioVisione www.direttasportviterbo.it e su Tele Lazio Nord
“Manipolarte”, grande successo per il laboratorio al Museo della Ceramica della TusciaLEGGI TUTTO
VITERBO – L’iniziativa didattica dei laboratori “Manipolarte”, proposta dal Museo della Ceramica della Tuscia, ha avuto un grandissimo riscontro, registrando
Under 16 Elite, la Volley Ball Club Viterbo in finaleLEGGI TUTTO
VITERBO – Superando 3/1 Volley Anguillara la Vbc Viterbo si aggiudica la semifinale di ritorno e conquista l’accesso alla finalissima
Volley, in casa le squadre maggiori della Vbc ViterboLEGGI TUTTO
VITERBO – Doppio appuntamento con il volley regionale questo week-end al PalaVolley di via Gran Sasso. Questa sera (sabato 16)
A Viterbo una targa in ricordo del giornalista Gianfranco FaperdueLEGGI TUTTO
VITERBO – Erano i primi giorni di ottobre del 2018 e stava per lasciarci a 80 anni Gianfranco Faperdue. In
“CasAmica Onlus” cerca volontari a RomaLEGGI TUTTO
ROMA – CasAmica Onlus – organizzazione di volontariato che da oltre 30 anni accoglie i malati costretti a spostarsi in
Se n’è andato il giovane Luca Scarponi, stroncato da una malattiaLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – VITORCHIANO ( Viterbo) – Aveva gli occhi ardenti di vita, Luca Scarponi, volato via a causa
Mafia, Signori (Confartigianato): “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la necessità di un solo giorno”LEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo da Stefano Signori (Presidente Confartigianato Imprese di Viterbo) e pubblichiamo: “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la