Presentate le “Feste del Vino della Tuscia” 2018

di MARIA ANTONIETTA GERMANO –

VITERBO – Dal 14 luglio al 27 agosto 2018 le strade del vino portano in otto borghi medievali della provincia di Viterbo uniti nel celebrare la diciassettesima edizione delle “Feste del Vino della Tuscia” che si rinnova e ricorda più di duecento anni di tradizioni locali.

Per questo nuovo ed arricchito evento è stato realizzato un programma complessivo di oltre 150 appuntamenti tra musica, folclore, degustazioni, visite guidate in cantina e stand enogastronomici che offrono prodotti tipici della zona. Ce n’è per tutti i gusti.

I comuni che condividono la grande Festa offrendo programmi diversificati sono:

-Acquapendente con “I Vini del Barbarossa” (14 luglio, 29 luglio,10 agosto, 31 agosto)

-Civitella d’Agliano con la 16a edizione di “Nelle Terre del Grechetto” (20-22 luglio)

-Lubriano con la “Festa del vino sotto la Torre” (27-29 luglio)

-Gradoli con la 30esima edizione di “Aleatico in festa” (27-29 luglio; 3-5 e 10 agosto)

-Castiglione in Teverina con la 35a “Festa del vino Colli del Tevere” (1-5 agosto)

-Montefiascone con la 60a “Fiera del Vino” (2- 15 agosto)

-Vignanello con la 49a “Festa del Vino” (10-15 agosto)

-Tarquinia con “DiVino Etrusco (23-26 agosto)

Questa mattina, 11 luglio, la kermesse festaiola è stata presentata alla stampa nella Sala conferenze della Camera di Commercio di Viterbo introdotta dal giornalista Luigi Pagliaro e da Luigia Melaragni, vice presidente della Camera di Commercio di Viterbo e segretaria della CNA Viterbo e Civitavecchia.

Sono intervenuti per spiegare nei dettagli le feste nei borghi alcuni rappresentanti dei comuni e presidenti di Proloco: Massimo Ceccarelli, assessore al Comune di Montefiascone, Sabrina Sciarrini vice sindaco e assessore alla Cultura di Vignanello, Luca Giugliotti presidente della Proloco di Civitella d’Agliano, Leonardo Zannini della Proloco di Castiglione in Teverina e Stefania Ziccardi assessore al Comune di Tarquinia.

Alla conferenza stampa ha partecipato il padrone di casa Francesco Monzillo segretario generale della Camera di Commercio, con Vincenzo Peparello della Confesercenti e Stefano Signori presidente nazionale di Interconf.

Dopo i saluti Luigia Melaragni punta l’attenzione sugli eventi promossi dalla Camera di Commercio che non si sovrappongono e generano sempre più turismo grazie alle iniziative di qualità proposte che ne caratterizzano il territorio e portano le “Feste del Vino della Tuscia” a una qualità molto elevata.

La parola passa quindi a Massimo Ceccarelli, assessore al Comune di Montefiascone che spiega: “La festa è organizzata dall’Amministrazione comunale è concentrata sul vino e sulle cantine, si svolge solo nel centro storico e vie laterali dove i negozi, ora chiusi, alzeranno le serrande; ogni sera si avrà un concerto in piazza, e un grande avvenimento il 4 e 5 agosto con le Frecce Tricolori che solcheranno il cielo. E’ previsto un biglietto unico di 12 euro per tutto il programma, per una sola sera il biglietto è di 2,50 con un bicchiere di vino”.

L’assessore Sabrina Sciarrini parla di Vignanello e della festa ormai consolidata gestita dalla Proloco, apertura del Castello, sbandieratori, taglio del nastro, gare di cucina, villaggio dei contadini, stand espositivi, visite guidate e per la prima volta degustazione dei vini dei coltivatori.

Carlo Zucchetti (foto MAG)

Per Civitella d’Agliano, Luca Giugliotti della Proloco punta l’attenzione sulla festa dedicata solo ad acqua e vino, Il Grechetto. Musica soft, stand, visite guidate al Palazzo storico e presentazione dei vini emergenti del contadino con nuove etichette presentate dal sommelier Carlo Zucchetti.

Con Leonardo Zannini della Proloco di Castiglione in Teverina, apertura con la Banda cittadina e chiusura con il concerto dei Bersaglieri in congedo di Viterbo, sommelier e vini in assaggio di nove aziende vinicole, stand con cibi locali per la promozione territoriale, visite guidate in cantina e al Museo del Vino più grande d’Europa.

Ora è la volta di Stefania Ziccardi assessore al Comune di Tarquinia che ricorda gli appuntamenti nel centro storico con venti stand e 50 vini da assaggiare ed acquistare, cibo di strada, gara culinaria, apertura del Museo Etrusco ed una linea di autobus per gli spostamenti, non manca la Banda e la musica né gli incontri con il sommelier Carlo Zucchetti.

Poiché i rappresentati dei comuni di Lubriano, Gradoli e Acquapendente sono assenti, è proprio Carlo Zucchetti a tracciare a larghe linee il percorso degli appuntamenti che lo vedono anche tra gli ospiti a parlar di vini.

www.tusciawelcome.it

 

Print Friendly, PDF & Email