Presentate le liste a sostegno della candidata sindaco Chiara Frontini

di MARTINA DI BARTOLO-
VITERBO- Oggi alle ore 11:00 al teatro Caffeina sono state presentate le liste di Chiara Frontini, in totale 186 candidati.
La conferenza è iniziata con la proiezione del video di Chiara Frontini del 25 giugno del 2018 dopo l’entrata in scena del candidato sindaco Frontini, la platea ha esultato, applaudito e gridato il nome di Chiara.
“Oggi sono qui a dirvi- dichiara Chiara Frontini- che gli impegni che abbiamo preso nel 2018 li abbiamo mantenuti tutti, non promesse, impegni e questo video è la dimostrazione. L’applauso più grande va a voi. Oggi parliamo di come non ci siamo mai fermati e di come abbiamo continuato quel rapporto di amore con la città che non è mai stata sospesa.
Oggi dal 2018 siamo il triplo e abbiamo alle spalle 4 anni in più di esperienza che, se i viterbesi vorranno, ci assumeremo la responsabilità di dare un governo degno a questa città. Non ci siamo mai fermati. Oggi ci sono 186 cuori che battono per Viterbo e 186 teste che si sono sottoscritte al patto civico che supera gli steccati delle ideologie perché Viterbo è in emergenza.

Chiara Frontini ha poi presentato la prima lista citando alcuni nomi che ne fanno parte:
⁃ Adriano Ruggero
⁃ Alberto De Feo
⁃ Alessandra Croce
⁃ Alessandra Purchiaroni
⁃ Alessandro Ugolino
⁃ Alessandro Palmucci
⁃ Alessandro Saraceni
⁃ Alessandro Rossi
⁃ Alfonso Antoniozzi
⁃ Andrea Basile
⁃ Andrea Celestini
⁃ Andrea Rizzello
⁃ Andrea Saggini
⁃ Andrea Soldini
⁃ Angelo Grassini
⁃ Angelo La barbera
⁃ Anna Di Pietro
⁃ Anna Chiara Berni
⁃ Anna Rita Giaccone
⁃ Antonio Leonetti
⁃ Arianna Germano
⁃ Augusto Fenili
⁃ Aurora Montanaro
⁃ Barbara Assanti
⁃ Barbara Gregori
⁃ Barbara Grasso
⁃ Carla Pellegrini
⁃ Carlo Maria Alibrandi
⁃ Carlo Carbonari
⁃ Carlo Gozzi
⁃ Chiara Silvestri
⁃ Cinzia Burla
⁃ Cinzia Viglianti
⁃ Claudia Baccello
⁃ Claudia Moro
⁃ Daniele Ferraro
⁃ Daniele Marcelli
⁃ Daniele Rossi
⁃ Debora Abazzoni

Prosegue dicendo che “se Viterbo è ridotta così è perché abbiamo vissuto un modello di governo basato su scelte del mediocre controllabile e le accozzaglie di partiti messe insieme per provare a vincere. Questo è quello che abbiamo visto. Una storia che abbiamo già visto e che non possiamo permettere che riaccada. Noi abbiamo un metodo di lavoro che fa la differenza basata su valori e rispetto, il dialogo al centro di tutto. Abbiamo gruppi di lavoro che hanno prodotto attività a supporto del gruppo consiliare, non esiste una competenza che manca all’interno di questa squadra. C’è tutto ciò che serve per risolvere la nostra città e noi non chiediamo altro che metterci alla prova”.

Ha poi nominato alcuni dei nomi della seconda lista:
⁃ Debora Chiapparelli
⁃ Diana De Santis
⁃ Diego Valentini
⁃ Isabella Agostini
⁃ Doriana Giacomelli
⁃ Elena Agostini
⁃ Elisa Marconi
⁃ Emanuela Capodaglio
⁃ Emilio Risi
⁃ Enrico Clementi
⁃ Eros Marinetti
⁃ Fabio Grillo
⁃ Fabrizio Ratto
⁃ Federica Miralli
⁃ Federico Ambrosi
⁃ Federico Lo giudice
⁃ Ferdinando Galatioto
⁃ Francesca Boni
⁃ Francesca Petrangeli
⁃ Francesco Buzzi
⁃ Francesco Poggetti
⁃ Franco Bufulco
⁃ Giacomo Testa
⁃ GianDomenico Coppa
⁃ Giulia Anotonelli
⁃ Giulia Mantarro
⁃ Catia Fratini

“Il programma è servito, il nostro più grande punto di forza, un programma che nasce dall’esperienza del 2018, che nasce e si fonda in primis sull’ascolto non abbiamo mai smesso di ascoltare la città, siamo tornati in piazza nel 2021. Un anno e mezzo di programmazione pianificata per la scrittura del programma, abbiamo dovuto accorciare i tempi. Abbiamo costruito in nostri obiettivi sulla base dei questionari fatti compilate dai cittadini. Vogliamo una città al passo con i tempi per rendere i cittadini liberi e non sudditi. Per questo abbiamo messo il lavoro al primo posto, ci siamo focalizzati sul centro storico, fonte di commercio, abbiamo diviso ogni intervento in due pilastri: gestione e sviluppo. Un unico obiettivo strategico: migliorare il feedback tra comune e cittadino. Qualità degli spazi urbani e delle relazioni, progetto di città che abbiamo già in testa dove il turismo non sta più con la cultura ma con lo sviluppo economico perché esce dalla logica dell’evento. Non chiediamo altro che essere messi alla prova, gli altri hanno già avuto la loro occasione, Viterbo non ha più tempo”.
Ha presentato poi la terza lista composta da:
⁃ Katia Scardozzi
⁃ Catiuscia Gatto
⁃ Letizia Chiatti
⁃ Linda Bassioli
⁃ Lorenzo Uccellini
⁃ Luca Orpellini
⁃ Luca Spina
⁃ Luciana Calistroni
⁃ Luigi Gioiosi
⁃ Luigi Lo bello
⁃ Marcello Cascella
⁃ Marco Bruziches
⁃ Marco Ciorba
⁃ Marco Guglielmi
⁃ Marco Metelli
⁃ Marco Nuzzi
⁃ Marco Rossi
⁃ Maria Grazia Spriccoli
⁃ Massimiliano Urbani
⁃ Marina Belli
⁃ Mario Capodanno
⁃ Massimo Dottori
⁃ Maurizio De Bartoli
⁃ Maurizio Fiorani
⁃ Moira Cascella
⁃ Paolo Cappelli
⁃ Piergiorgio Celestini
“Vi chiediamo di leggere, se volete informarvi, i programmi perché è palese che il sistema sta mettendo in campo tutte le sue armi per difendersi dal cambiamento ma vi do una notizia: non si ferma il vento con le mani, siamo qui per essere quelli che guardano la luna e non quelli che guardano il dito. Noi andiamo al giudizio dei viterbesi tranquilli e sereni per aver dato tutto quello che potevamo dare e chi sostiene qualcosa di diverso o mente o non ci conosce, c’è chi strumentalizza le nostre frasi ci si potrebbe giocare a vero o falso”.

Ha presentato poi l’ultima lista:
⁃ Roberto Damiano
⁃ Pietro Bucci
⁃ Raffaele Bellucci
⁃ Raffaele Pellecchia
⁃ Raffaele Pelorosso
⁃ Riccardo Rinaldi
⁃ Riccardo Vittori
⁃ Roberta Menghini
⁃ Roberto Piccinilli
⁃ Roberto Rella
⁃ Roberto Seggi
⁃ Rolando Di Gaetani
⁃ Rosa Anna Basciano
⁃ Rosanna Giriberto
⁃ Rosario Palumbo
⁃ Rosella Vincenti
⁃ Sabrina Borgia
⁃ Sandro Rossini
⁃ Sara Rocconi
⁃ Sergio De Paola
⁃ Simona Gilli
⁃ Simona Sterpa
⁃ Simone Onofri
⁃ Stefani Gaggioli
⁃ Stefano Cima
⁃ Stefano Polacchi
⁃ Severini
⁃ Susanna Marcoaldi
⁃ Umberto de Fusco
⁃ Vincenzo Leonetti
⁃ Vincenzo Donvinello

“Lo abbiamo detto, lo ripetiamo ora ma siamo qui a dimostrare che non siamo tutti uguali molti si sarebbero arresi, si sarebbero venduti ma noi siamo qui per metterci, ancora una volta, nudi di fronte al giudizio della città questo è quello che faremo nelle prossime settimane perché non è vero che non cambia nulla, si può cambiare se cambiamo i volti. Scegliete chi ritenete che possa rappresentare meglio il programma non il vostro vicino di casa, il parente o l’amico ma scegliere il progetto perché sarà quello che vi guiderà in questi 5 anni. Lo abbiamo riassunto in quattro lettere: è ora, è ora di volti nuovi, è ora di prenderci le responsabilità, è ora di ringraziare”.

Print Friendly, PDF & Email