Presepe vivente, concertone di fine anno in piazza e concerto classico in Chiesa: così Viterbo dice addio al 2013 e saluta il nuovo anno

La tradizione secolare e sempre suggestiva del presepe vivente sarà quest’anno offerta anche da Viterbo, nello splendido scenario del suo centro medievale, conferenza-comune-iniziative-natalein piazza San Carluccio. Per la prima volta, infatti, domani, a partire dalle ore 17,30, grazie alla collaborazione di tre parrocchie (S.Maria della verità, Villanova e Santa Barbara) e di due assessorati comunali, una trentina di figuranti di età compresa tra i 17 ed i 23 anni daranno vita alla Sacra rappresentazione

della Natività. L’iniziativa è stata presentata questa mattina in Comune dagli assessori Fersini e Barelli, alla presenza di don Elio, parroco di S. Maria della Verità, nonché vicario di zona per le parrocchie. L’assessore Fersini ha sottolineato lo spirito di collaborazione che c’è stato tra i due assessorati, il suo, ai Servizi sociali e quello alla Cultura di Barelli e le tre parrocchie viterbesi. “Siamo riusciti a mettere insieme tante persone – ha detto – ed a tirarne fuori un’iniziativa di squadra, sicuramente di successo. Spero che questa possaconferenza-comune-iniziative-natalizie2 essere la prima di una serie di presepi viventi di Viterbo”. L’assessore Fersini ha poi voluto mettere in luce il grande entusiasmo e la preparazione degli organizzatori, che hanno già effettuato un sopralluogo sul posto. Infine, Fersini ha precisato che, comunque, il Comune di Viterbo ha già un presepe vivente, che è quello di Grotte Santo Stefano”.

Don Elio ha ricordato che questa iniziativa parte dalla fine di novembre, dopo l’incontro del sindaco con le varie parrocchie, in cui il primo cittadino ha chiesto una maggiore collaborazione. “Abbiamo, quindi, accolto di buon grado questa proposta che ci è stata fatta dagli assessori Barelli e Fersini”. Don Eliodon-elio ha poi evidenziato come la sua parrocchia, quella di S. Maria della Verità, ha realizzato già da due anni il presepe vivente e come quest’anno abbia rinunciato a farlo per dar vita, tutti insieme, a questo di San Carluccio. “Il 6 gennaio, comunque- ha concludo don Elio – arriveranno da noi i re Magi con una processione dall’oratorio fino alla chiesa accompagnati con ragazzi con le fiaccole. Siamo veramente contenti di aver potuto partecipare a questa iniziativa”.

Ma se domani ci sarà il presepe vivente, gli appuntamenti di fine anno che il Comune ha programmato non sono finiti qui. Infatti, l’assessore Barelli ha annunciato che il 31 a sera, a partire dalle ore 22, si esibiranno in piazza Unità d’Italia tre band musicali, in un grande concertone, paolo-moricoliche coinvolgerà giovanissimi come i meno giovani. Insomma, ci sarà musica per tutte le orecchie. Per l’evento la delibera comunale ha stanziato 8500 euro , un “budget contenuto – ha affermato Barelli – rispetto al rapporto prezzo/qualità”. Alle tre band andranno mille euro più 300 euro perché ciascuna si dovrà pagare direttamente la Siae. Paolo Moricoli, consigliere comunale, presente stamani alla conferenza stampa (nella foto a destra), è quindi andato a presentare le tre band: Banda Lunatica, gruppo cover di Vasco Rossi, Paycash, che proporrà rock internazionale anni ’70-’80 e la band locale Giorni Anomali, un gruppo viterbese che proporrà propri brani inediti . “Ci auguriamo che i viterbesi partecipino in gran numero a questo concerto – ha aggiunto Moricoli – anche perché le previsioni per il 31 danno un tempo buono, senza pioggia. E’ anche un modo per consentire, a chi non può permettersi il Veglione fuori casa, barelli-ferridi poter lo stesso divertirsi ascoltando della buona musica”. Ultimo appuntamento presentato stamani in Comune è il concerto di musica classica che il Tuscia Operafestival ripropone ormai per il sesto anno presso la chiesa di S. Maria della Verità. Claudio Ferri del Tuscia Operafestival (nella foto a sinistra con l’assessore Barelli) ha sottolineato come il programma scelto quest’anno sia più popolare e sarà caratterizzato dalla presenza per la prima volta di una cantante lirica, Chiara Giudice, soprano che svolge la maggior parte della suabarelli-ferri2 attività negli Stati Uniti. Non mancheranno, poi, certamente i walzer. Il costo del biglietto per assistere al concerto del 6 gennaio è di 10 euro. I biglietti potranno essere acquistati direttamente sul luogo dell’evento o presso l’Underground.

   

Leave a Reply