Primavera in Etruria, “L’Ode a Maria” incanta il pubblico nella Cattedrale di Montefiascone

di REDAZIONE-

VITERBO  – Con un’emozionante e coinvolgente programma dedicato alla Vergine Maria si è inaugurata ieri sera nella Cattedrale di Santa Margherita a Montefiascone la quarta edizione della manifestazione “Concerti d’Organo sulla via Francigena 2016”, organizzata in collaborazione con l’associazione lirico-sinfonica “G. Verdi” nell’ambito della XXIII rassegna Primavera in Etruria.

Matteo Biscetti
Matteo Biscetti

Il soprano Mariella Spadavecchia, accompagnata rispettivamente all’organo e al fauto dalle sapienti note dei talentuosi Mestri Matteo Biscetti e Roberto Aronne, si è esibita in alcuni dei brani più belli dedicati alla Vergine Santa, attraversando stili ed epoche, dal 1600 ai giorni nostri.

Dall’Ave Maria di Tosti fino a “Di Maria dolce” di Vincenzo Rivoglia, passando per il Domine Deus dal Gloria di Vivaldi, l’Ave Maria di Caccini, il Vidit suum dallo Stabat Mater di Pergolesi, l’Ave Maria di Franck, il Pie Jesu dal Requiem Fauré, l’Agnus Dei di Bizet da “L’Arlésienne”, l’Ave Maria di Verdi tratta da l’Otello ed il Salve del Ciel Regina di Puccini, in uno schema che ha richiamato i momenti della liturgia, per concludere con due brani in omaggio al premio Oscar Ennio Morricone, tratti dai suoi capolavori cinematografici “Mission” e “C’era una volta il West”.

Mariella Spadavecchia e Roberto Aronne
Mariella Spadavecchia e Roberto Aronne

Applausi calorosi da parte del pubblico, cui è stato dedicato come bis un brano classico tra i più conosciuti ed apprezzati, l’Ave Maria di Schubert.

I prossimi appuntamenti in programma saranno sabato 28 maggio nella Cripta Santa Lucia Filippini alle ore 21 con il Maestro Luca Poppi, giovedì 2 giugno alle ore 17:30 presso la chiesa monastero delle Benedettine a seguire chiesa del Divino Amore con il Maestro organista Luca Purchiaroni, per finire sabato 11 giugno presso la Basilica di San Flaviano alle ore 21 con la corale Santa Margherita accompagnata dal Maestro Giovanni Liguori.

Ingresso libero.

Print Friendly, PDF & Email