“Problemi attuali della gestione del condominio”: il 14 giugno l’evento dell’UNAI presso il tribunale di Viterbo

di WANDA CHERUBINI-

VITERBO – L’UNAI (Unione nazionale amministratori di immobili) di Viterbo organizza per il prossimo venerdì, 14 giugno, presso l’aula 6 del tribunale di Viterbo, di via Falcone e Borsellino, l’aggiornamento professionale D.M. 140/2014 sul tema “Problemi attuali della gestione del condominio”, che si svolgerà dalle ore 9 alle 13. A coordinare l’evento la dottoressa Claudia Testa, presidente provinciale Unai Viterbo. I relatori saranno il dott. Roberto Triola, già presidente di sezione della Suprema  Corte di Cassazione, il dott. Gianluca Fociani, presidente del collegio Geometri di Viterbo, l’avvocato Francesco Alessandro Magni,  docente di Diritto privato all’università Roma 3 e l’ingegnere Francesco Mazziotti, docente ed autore della DEI tipografia del Genio Civile. Agli amministratori di condominio UNAI saranno riconosciuti 4 crediti formativi  DM/ 140. L’evento è accreditato dall’ordine degli Avvocati di Viterbo e riconosce 3 crediti formativi in materia di diritto civile.

L’UNAI (Unione Nazionale Amministratori Immobiliari) è la più antica associazione italiana di amministratori di condominio, fondata a Roma il 19 febbraio 1968 con il nome di URAI (Unione Romana Amministratori Immobiliari). Inizialmente, l’associazione mirava a unire i professionisti del settore operanti a Roma e nella provincia. Il 23 dicembre 1993, con un atto notarile, URAI si trasformò in UNAI, espandendo il suo raggio d’azione a livello nazionale.

La sede legale di UNAI si trova a Roma, presso la Segreteria Nazionale. L’associazione non vanta solo la sua lunga storia, ma anche importanti primati nel settore. Il 4 ottobre 2010, UNAI è stata la prima associazione di amministratori di condominio ad essere registrata ufficialmente presso il Ministero della Giustizia, su decreto firmato dall’on. Angelino Alfano. Questo riconoscimento avvenne in conformità con l’articolo 26 del Decreto Legislativo 2006/07, che identifica le associazioni professionali in assenza di un albo specifico, per rappresentare la categoria nelle Piattaforme Comuni previste dalla Direttiva 2005/36/CE.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE