Pronto Soccorso, arrivano i nuovi codici con i tempi d’attesa

di Redazione –

VITERBO – Nuovi codici di accesso per i Pronto Soccorsi. Il ministero della Salute ha stilato una corposa proposta per rivedere l’accesso ai servizi di emergenza degli ospedali. E tra le misure c’è anche un profondo restyling del triage, che passerà dal sistema basato sui colori (dal rosso al bianco) a quello a numeri (da 1 a 5) con l’introduzione anche dei tempi massimi di attesa che andranno dai 15 ai 240 minuti.
Queste linee di indirizzo nazionali sul triage intraospedaliero fanno parte di un pacchetto all’esame delle Regioni che ieri hanno rinviato l’intesa con il Governo, ma la proposta nella sostanza è stata accettata e dovrebbe ottenere il via libera dopo alcune modifiche di dettaglio al testo nella Conferenza Stato Regioni prevista a fine luglio.
Le linee guida prevedono che “l’implementazione della codifica a 5 codici numerici di priorità e il conseguente superamento della codifica con i codici colore dovrà avvenire progressivamente entro 18 mesi dalla pubblicazione del presente documento. Per ognuno dei 5 codici si indica anche il tempo massimo di attesa, che va dall’accesso immediato per l’emergenza all’accesso entro 240 minuti per le situazioni di non urgenza”. I numeri vanno da 1 a 5. Il primo riguarda i casi di emergenza e prevede l’accesso immediato del paziente. Il numero 2 è l’urgenza – “rischio di compromissione di funzioni vitali o condizione stabile con rischio evolutivo o dolore severo” – con accesso entro 15 minuti. Il 3 e 4 corrispondono a “urgenza differibile” o “urgenza minore” con accesso da 60 a 120 minuti Infine c’è il codice 5: è la cosiddetta “non urgenza”.

Print Friendly, PDF & Email