Proposta di dematerializzazione delle cedole librarie a Viterbo

di REDAZIONE-

VITERBO – Durante l’ultimo Consiglio comunale, la consigliera comunale di “Per il bene comune”, ha presentato una proposta volta a migliorare il sistema di cedole per l’acquisto dei libri scolastici a Viterbo. Questo sistema, sebbene funzionante, presenta delle criticità che mettono a rischio le librerie locali, già in difficoltà a causa della crisi.

Attualmente, il Comune fornisce gratuitamente i libri di testo agli alunni attraverso le cedole librerie, ma il processo è lento e basato su documenti cartacei. Ciò genera ritardi nell’erogazione dei contributi alle librerie, che devono anticipare i costi per mesi prima di ricevere il rimborso.

Ciambella ha sottolineato l’anomalia di questa pratica non digitalizzata, proponendo la dematerializzazione delle cedole. Ha suggerito un sistema telematico che semplifichi la procedura, consentendo alle librerie di acquisire e gestire le cedole online, facilitando la rendicontazione e l’emissione delle fatture.

L’amministrazione Frontini ha accolto la proposta, accettando di cambiare il sistema attuale per rendere le cedole digitali. Ciò rappresenterebbe un passo avanti verso l’efficienza amministrativa, eliminando ritardi e incertezze per le librerie. La nuova procedura online potrebbe essere implementata nel prossimo bilancio, rappresentando un progresso significativo nell’ottimizzazione di questa pratica amministrativa.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE