Provincia, approvati assestamenti ed equilibri di bilancio: oltre sette milioni per strade, scuole e gestione rifiuti

VITERBO – L’amministrazione provinciale di Viterbo, senza approfittare della proroga concessa dal Governo che ha spostato al 30 settembre l’adempimento, e mantenendo la “buona pratica” inaugurata con il Bilancio di Previsione 2020 approvato a dicembre 2019, ha autorizzato l’impiego di ingenti risorse aggiuntive per il territorio viterbese.

Preso atto che il supporto dello Stato in sostituzione dei mancati incassi, ad oggi, dovrebbe garantire un buon equilibrio su cui si faranno costanti monitoraggi, sono stati applicati al Bilancio oltre 7 milioni di Euro, con le seguenti destinazioni principali:

  • Strade e viabilità per circa € 850.000 da somme provenienti dal Ministero Infrastrutture e Trasporti;
  • Scuole Superiori per circa € 800.000 dal Ministero Istruzione Università e Ricerca;
  • Scuole e strade per oltre € 400.000 da finanziamenti della Regione Lazio;
  • Opere pubbliche per oltre € 1.400.000 da avanzi di amministrazione da somme derivanti da mutui;
  • Gestione dei Rifiuti da residui di finanziamenti della Regione Lazio per le politiche in materia ambientale.

Relativamente alla gestione dei rifiuti, dopo un’attenta ricognizione dell’Unità di Progetto per l’Ambiente, di concerto con il Settore Finanziario, sono stati applicati e resi prontamente disponibili oltre € 2.700.000 che saranno assegnati ai Comuni della Provincia di Viterbo per l’implementazione della raccolta differenziata porta a porta (€ 1.592.311) e la realizzazione di Isole Ecologiche (€ 1.136.982).

A questi contributi si aggiungono somme ancora da assegnare e risorse economiche erogate dalla Regione Lazio ancora inutilizzate o non rendicontate dai Comuni della Provincia.

Questo risultato, che consente alla Provincia di Viterbo di mettere in campo risorse per il territorio e finanziare le attività dei Comuni in tema ambientale, è stato possibile grazie ad un lavoro sinergico e in unità di intenti che l’amministrazione provinciale sta portando avanti nell’interesse della Comunità, e che rafforza il ruolo di coordinamento e di intermediazione tra i Comuni della Tuscia e gli Enti di livello superiore.

Print Friendly, PDF & Email