Provincia di Viterbo:“Formazione imprenditoriale per edilizia e design”, firmata l’integrazione del protocollo di intesa

Rilanciare gli istituti tecnici della Tuscia in termini non solo quantitativi , ma qualitativi. A questo mira il protocollo d’intesa che è stato firmato questa mattina infrima-protocollo-meroi-federici1 Provincia tra il presidente Marcello Meroi, la dirigente dell’ITGS Leonardo Da Vinci, Elvira Federici, la dirigente dell’I.I.S.S.Carlo Alberto Dalla Chiesa di Montefiascone, il presidente della Scuola Edile di Viterbo, Ettore Bacchelli , il presidente della Cassa Edile di Viterbo, Andrea Belli. Il documento,

intitolato “Formazione imprenditoriale per edilizia e design”, è stato già sottoscritto la scorsa estate dalla Provincia di Viterbo e dall’Ufficio scolastico regionale con lìIIS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, l’IIS “Fabio Besta” di Ortefirma-protocollosalvimariarita ed il Collegio dei geometri della provincia di Viterbo. Oggi, quindi, si è avuta l’integrazione dello stesso con l’adesione di altri due istituti tecnici della provincia. Alla firma ha preso parte anche la dirigente del settore Formazione di Palazzo Gentili, Giuliana Aquilani. Il presidente Meroi hafirma-protocollo-meroi2 ammesso che ultimamente è mancata una certa qualità negli istituti tecnici della Tuscia e che, quindi, l’aver instaurato questa sinergia tra gli enti non potrà che essere a vantaggio delle scuole e degli stessi studenti. L’obiettivo è, infatti, quello di facilitare l’accesso dei giovani nel mondo del lavoro. La dirigente dell’IItigs Da Vinci di Viterbo ha rimarcato l’importanza di lavorare sulla qualità dell’offerta didattica. La dirigente del Dalla Chiesa di Montefiascone, Maria Rita Salvi, dopo aver evidenziato l’importanza di questa iniziativa, ha aggiunto: “Io ho un istituto che è una sintesi di tutti gli indirizzi. Altri ordiniettore-bacchelli-presidente-ente-scuola-edile professionali non si stanno muovendo in maniera così organica. Invece ci si deve muovere velocemente in un contesto come quello odierno caratterizzato da una serie di variabili. A mio avviso – ha proseguito – le scuole, soprattutto quelle tecniche, devono preoccuparsi di costruire le opportunità per entrare nel mondo del lavoro, non solo limitarsi ad istruire. Siamo molto aperti a collaborare e questa iniziativa va proprio in questa direzione”. Dal canto suo la Provincia, sottoscrivendo questo protocollo, si impegnerà a fornire il supporto organizzativo e coordinativo tra i soggetti coinvolti. Il Collegio dei geometri, che ha sottoscritto il documento già la scorsa estate, si è impegnatofirma-protocollo-meroi3 a sua volta a sostenere la rete organizzativa creatasi per la riuscita dell’iniziativa stessa ed a partecipare fattivamente alla predisposizione e programmazione del tirocinio propedeutico all’esame di abilitazione per la libera professione di geometra. “Per me questa iniziativa rappresenta uno scoop – ha affermato il presidente della Scuola Edile, Belli – in quanto le scuole e le imprese finora non si erano mai incontrate. Spero che questofirma-protocollo-meroi-federici sia un odei tanti progetti da poter fare insieme. Già abbiamo realizzato iniziative analoghe anche con l’università”. Dello stesso avviso il presidente della Scuola Edile dimariarita-salvi-dallachiesamontefiascone Viterbo, Ettore Bacchelli, che ha aggiunto: “Questa iniziativa ci permetterà di prendere questi ragazzi e portarli direttamente nei cantieri, farli entrare cioè in diretto contatto con la parte lavorativa”. Bacchelli, infine, ha puntato l’indice sulla scarsitàbelli-presidentecassaedile dei cantieri al momento attuale a causa della crisi, ma ha affermato: “In ogni caso è importante permettere agli studenti di vedere e toccare con mano come funziona un cantiere, il lavoro concreto, che studiano sui banchi di scuola”.

   

Leave a Reply