“Quello che non dico… Forme e colori dal mio mondo”: in mostra le opere di Mariano Mei

MOSTRA 20MARIANO 20MEI locandinaSarà inaugurata lunedì 9 dicembre alle ore 16.30, presso la Sala Anselmi (in via Saffi n. 49), la mostra pittorica “Quello che non dico… Forme e colori del mio mondo” di Mariano Mei.

 

Dopo il successo della prima esposizione personale nella sua città, il ventiduenne di Civita Castellana presenterà, anche a Viterbo, le opere create dal 2007 ad oggi. La mostra – realizzata con il patrocinio della Provincia di Viterbo e con il contributo di Paludi Arredamenti, sponsor tecnico dell’iniziativa – resterà aperta fino al 13 dicembre.

Un’occasione per conoscere il mondo interiore di Mariano, altrimenti inesprimibile, che è stata possibile anche grazie al sostegno del Centro Regionale Sant’Alessio Margherita di Savoia per i Ciechi di Roma e dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – Sezione provinciale di Viterbo. mariano mei

I quadri esposti sono frutto di un’attività artistica iniziata nel 2007 quando Mariano, approdato all’Istituto Statale d’Arte “Ulderico Midossi” di Civita Castellana, iniziò ad imparare varie tecniche pittoriche. Con l’aiuto dei docenti e il sostegno sia scolastico sia domiciliare dell’operatrice sociale dell’Unione Ciechi e Ipovedenti, Mariella Vecchi, il giovane pittore ha potuto sviluppare questo inaspettato talento.

Un percorso artistico fatto di esperienze quotidiane ed emozioni che sulla tela prendono vita attraverso forme astratte e colori vivaci. Un’attività intensa che ha portato questa seconda mostra ad arricchirsi di sette nuove opere, incentrate sull’iconografia religiosa e le atmosfere del continente africano. Una passione che rappresenta per Mariano lo strumento principale per condividere con gli altri il proprio universo personale.

“Siamo molto felici di poter far conoscere la creatività di Mariano anche al di fuori della propria città. Vorrei ringraziare per questa opportunità la Provincia di Viterbo, nella persona del presidente Marcello Meroi che ha dimostrato sensibilità e interesse per i lavori di Mariano – afferma la madre di Mariano Mei, Meri Becchetti – Un ringraziamento particolare va all’operatrice Mariella Vecchi che segue, passo dopo passo, Mariano da tanti anni e a tutti gli amici e familiari che ci hanno aiutato per raggiungere questo piccolo grande traguardo. Ci auguriamo che questo evento sia di buon auspicio per realizzare il sogno di Mariano: poter proseguire, dopo il liceo, gli studi in campo artistico, per lui fonte di serenità e benessere”.

   

Leave a Reply