Radio Unitus, la web radio ufficiale dell’Università degli Studi della Tuscia, dedica un programma radiofonico ai DSA

VITERBO- “A tu per tu”: i Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) come non li avete mai sentiti. Radio Unitus, la web radio ufficiale dell’Università degli Studi della Tuscia, dedica un programma radiofonico ai DSA.
I progetti di ricerca VRAIlexia e A TU per TU si occupano della creazione di strumenti compensativi per persone con disturbi specifici dell’apprendimento attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale. I progetti, coordinati dal Professor Giuseppe Calabrò, docente e Delegato del Rettore per i rapporti con le imprese e la raccolta fondi, hanno reso l’Ateneo della Tuscia promotore e capofila di ricerche innovative, legate ai disturbi specifici dell’apprendimento, nel panorama internazionale. All’interno delle sperimentazioni, si aggiunge anche un programma radiofonico attraverso la collaborazione con Radio Unitus, web radio ufficiale dell’Ateneo, che da diversi anni si occupa di inclusione ed equità.
Dal 13 ottobre va in onda il programma radiofonico A Tu per Tu, condotto da Giorgio Graziotti, autore e speaker, con la collaborazione di Juri Taborri, ricercatore del Dipartimento di Economia, Ingegneria, Società e Impresa e vice responsabile dei progetti VRAIlexia e A Tu per Tu, e coordinato dall’assegnista di ricerca Elisa Spinelli, station manager di Radio Unitus.
Il programma va in onda on line ogni giovedì dalle ore 16 sulle piattaforme Spreaker e Spotify, e si occupa di raccontare i disturbi specifici dell’apprendimento utilizzando modalità informali e inedite. Infatti, partendo dalle esperienze degli studenti, studentesse e di professionisti del settore, il programma diventa una vera e propria agorà comunicativa con una giusta dose di ironia e divertimento.
Tra le altre cose, all’interno del programma A tu per tu sono presenti anche docenti e ricercatori che fanno parte dei team di ricerca dei progetti, per aggiornare e informare il pubblico sulle novità. Ancora una volta, la radio si sta dimostrando uno dei mezzi comunicativi per eccellenza anche per raccontare tematiche ad alto tasso scientifico.

Print Friendly, PDF & Email