Università Unimarconi

“Raid degli Etruschi 2024” più internazionale che mai

VITERBO – Si è conclusa la quinta edizione del Raid degli Etruschi, manifestazione turistica internazionale riservata ad auto storiche, organizzata dall’Etruria Historic Racing Club, con il patrocinio del Comune di Bolsena, Marta, Proceno, Abbadia San Salvatore, Provincia di Viterbo e Consorzio Turistico Lago di Bolsena, che si è svolta dal 27 al 30 giugno a Bolsena e nella Tuscia Viterbese.

Numerosi i partecipanti provenienti da tutta Italia e soprattutto dalla Germania, ben 10 equipaggi, che a bordo di splendidi e fiammanti gioielli a quattro ruote, come Bentley, Jaguar, Mercedes, Triumph, MG, Fiat e Lancia, hanno visitato i luoghi più significativi della Provincia di Viterbo e non solo.

Venerdì 28, l’evento è partito da Piazza Giacomo Matteotti di Bolsena alla volta del Monte Amiata, sostando ad Abbadia San Salvatore per la visita al Parco Museo Minerario, ideato per far conoscere la storia della miniera che entrò in attività alla fine dell’Ottocento e la cui apertura provocò un profondo sconvolgimento nel tessuto economico, sociale e culturale del paese.

Al termine, la carovana si è nuovamente messa in moto per raggiungere Proceno, ammirando il caratteristico e fantastico paesaggio naturalistico del Monte Amiata. Arrivati nel borgo dell’Alta Tuscia, i partecipanti hanno fatto un piccolo tour concluso nella splendida cornice di Palazzo Sforza.

La serata è stata caratterizzata dalla cena di gala che si è svolta nell’incantevole terrazza dell’Hotel Lido di Bolsena alla quale ha presenziato il Sindaco di Bolsena Andrea Di Sorte, Il Sindaco di Latera Francesco di Biagi, La Europarlamentare Antonella Sberna, Il Consigliere della Regione Lazio Daniele Sabatini e il Presidente del Consorzio Turistico del Lago di Bolsena Manlio Sciuto che ha consegnato una targa di riconoscimento per la splendida organizzazione dell’evento al Patron Mimmo Patara. Tutti hanno espresso il proprio consenso verso il Raid degli Etruschi, definendolo un ottimo strumento di promozione della Tuscia viterbese, esaltandone le peculiarità e le specificità che lo contraddistinguono.

Sabato 29, partenza sempre dal centro di Bolsena per raggiungere Orvieto e visitare il centro storico e le sue bellezze artistiche e architettoniche, con una breve sosta intermedia presso l’Azienda Famiglia Cotarella per una degustazione dei loro eccellenti vini. La kermesse è poi rientrata a Bolsena nel tardo pomeriggio, perché alle 21:00 ha preso il via il Circuito Cittadino notturno, un “evento nell’evento” che ha generato un momento di condivisione aperto a tutti, dove il centro è stato reso più bello e affascinante grazie alla sfilata delle auto d’epoca. Grande presenza di pubblico a Via Colesanti e Piazza Giacomo Matteotti dove appassionati e curiosi hanno potuto fotografare e salutare gli equipaggi.

Domenica 30, ultimo giorno, è stato dedicato alla visita di Marta, un antico insediamento Etrusco diventato un villaggio di pescatori, situato sulla sponda meridionale del Lago di Bolsena, caratterizzato da un borgo medievale con vicoli e piazzette, arroccato attorno alla Torre dell’Orologio. Immancabile, come da tradizione, la degustazione del Lattarino presso il Borgo dei Pescatori. A fare gli onori di casa è intervenuto il Sindaco Maurizio Lacchini entusiasta di ospitare anche quest’anno la manifestazione.

Il Raid degli Etruschi, si è concluso ufficialmente con il pranzo finale all’Hotel Lido dove si sono svolte le premiazioni di rito. Presenti il Sindaco di Bolsena Andrea di Sorte, il Vicesindaco di Marta Roberto Pesci e l’Ispettore Onorario del Ministero della Cultura Felice Orlandini che ha ricoperto il ruolo di Direttore di Gara.

Durante i tre giorni, erano previste alcune prove di precisione a tempo e il vincitore assoluto è risultato l’equipaggio composto da Luigi Bellacima – Annamaria Piovino a bordo di una Fiat 600 Multipla che si è aggiudicato una splendida riproduzione artigianale di un vaso etrusco.

Grande commozione quando è stato ricordato il Maestro Alessio Paternesi che ci ha lasciato lo scorso anno. Ha sempre dimostrato un grande interesse ed entusiasmo verso il Raid degli Etruschi creando, ad ogni edizione, un disegno che poi veniva stampato e consegnato firmato a tutti i partecipanti.

Grandi applausi sono stati dedicati anche a Giancarlo Bontà, fondatore delle “Officine Bontà”, un’azienda storica ed eccellenza della Tuscia e Valentino Sensi, grande campione di regolarità che purtroppo non hanno potuto assistere a questa quinta edizione ma che rimarranno sempre nel ricordo di tutti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE