Registro unioni civili. Marinelli, Solidarietà cittadina: “Gli studenti sono con noi”

Registro unioni civili, Solidarietà cittadina incontra gli studenti. 

Continua l’impegno di Solidarietà cittadina presente nelle scorse settimane insieme all’Arci Cultura Lesbica in diverse pcoppie-di-fatto-1iazze della città per sensibilizzare e informare i cittadini per il riconoscimento delle coppie di fatto.

Questa mattina il movimento ha organizzato un punto informativo davanti alla facoltà di Agraria per confrontarsi con i giovanini  riguardo all’istituzione a Viterbo del registro per le unioni civili.

Decine e molto interessati gli studenti che si sono avvicinati e che hanno riempito un questionario dove si sono espressi in merito.

“Un momento di confronto molto importante – ha commentato Franco Marinelli coordinatore di Solidarietà cittadina – abbiamo ascoltato più di 450 ragazzi. Un colloquio intenso dal quale è emerso che i giovani ci sono e sono con noi. Tutti si sono espressi a favore  del riconoscimento dei diritti civili a tutti i cittadini a prescindere dal loro orientamento sessuale o religioso”.

Secondo quanto riportato da Marinelli, infatti, la maggior parte dei giovani intervistati si è espresso a favore dell’istituzione del registro delle coppie di fatto anche se molti lo considerano un “surrogato” pensato per uno Stato che nega i diritti civili a una parte di cittadini, ma pur sempre uno passo importante per la città.

“Come il comune di Tarquinia che lo ha istituito dal 1996 – ha dichiarato Veronica Carta, studentessa di Agraria dopo la firma a favore del registro – anche Viterbo amministrato da un governo di sinistra dovrebbe rispondere alla richiesta di molti elettori non necessariamente omosessuali”.

Intanto il Comune, raggiunto dalla Curia che si è espressa con un lapidario non possum, rimanda il problema a data da destinarsi.

Per il momento la mozione presentata da una parte del Pd, Sel e M5S, che si sarebbe dovuta discutere dopo l’approvazione del bilancio, è ancora ferma ferma in commissione.

   

Leave a Reply